ambulanza

Mattia aveva 14 anni ed è morto ieri sera travolto da un’auto all’Infernetto, un quartiere non lontano da Ostia. Stava attraversando la strada quando una macchina con alla guida un ragazzo di 22 anni lo ha travolto e sbalzato per una quindicina di metri. Per Mattia non c’è stato niente da fare; il guidatore, sotto shock, è stato portato in ospedale e poi arrestato dopo gli esami di rito in questi casi.

Auto travolge 14enne

Una Peugeot 106 verde prima travolge il 14enne, che avrebbe attraversato la strada sulle strisce, e poi si ferma, 50 metri più avanti rispetto allo scontro.

Stando a quanto rivela Il Messaggero, sull’asfalto non ci sarebbe alcun segno di frenata; il ragazzo sarebbe finito prima sul parabrezza dell’auto e poi sull’asfalto. L’automobilista viene portato all’ospedale Grassi dove viene sottoposto a tutti gli esami di rito, dall’alcoltest al drugtest. Successivamente risulterà positivo all’esame tossicologico e il magistrato di turno ne ha perciò disposto l’arresto. Il 22enne potrebbe subire un processo per direttissima.

I testimoni

Dopo l’incidente sulla scena è intervenuto il dottor Roberto Presbiteri che abita lì vicino: “Io e mia moglie infermiera abbiamo cercato di rianimarlo per oltre venti minuti, ma niente.

Aveva una profonda spaccatura dietro la testa“, riporta Il Messaggero. Stando a quanto riporta TgCom24, il ragazzo sarebbe morto sul colpo. “Era un compagno di classe di mio figlio, erano insieme, lo aveva appena salutato, attraversava sulle strisce ma preso in pieno e trascinato per metri“, racconta ancora la madre di un compagno. Alcuni amici, presenti sulla scena, riportano che l’auto correva a forte velocità prima dell’impatto. Alcuni residenti hanno montato una protesta per la condizione delle strade: “Non si può morire a 14 anni…e anche questa morte non servirà a cambiare un quartiere abbandonato come l’Infernetto e dove gli automobilisti sfrecciano come matti su strade al limite della decenza“.