lamberto sposini

Lamberto Sposini resta, nonostante la lontananza dalla tv, uno dei giornalisti più amati. Il volto storico del Tg5 nel 2011 fu colpito da ictus prima di andare in onda, in moltissimi, tra fan, colleghi e amici, continuano a sostenerlo, soprattutto attraverso i social, e lui sui social sostiene la figlia che in questi ultimi giorni di liceo ha sostenuto il suo esame di maturità.

Lamberto Sposini papà orgoglioso

Il primo post lo ha pubblicato ormai due giorni fa, su Instagram. Una foto di Matilde, la sua bambina, quando era piccola. Un dolce scatto per ricordare i suoi primi anni ora che la giovane è arrivata alla fine di un percorso importante.

Proprio nelle ultime ore, infatti, Matilde ha affrontato il suo esame di maturità, un giorno importante, vissuto alla fine di una emergenza coronavirus che ha tenuto i ragazzi lontano dalle classi per mesi, costretti a una didattica alternativa e, quindi, difficile. “Il primo giorno come l’ultimo. In bocca al lupo, piccola“, scriveva Sposini su Instagram a corredo della foto.

View this post on Instagram

Il primo giorno come l’ultimo. In bocca al lupo, piccola.♥️

A post shared by Lamberto (@lamberto_sposini) on

Il voto alla maturità

Appena qualche ora fa, Lamberto Sposini ha voluto aggiornare con orgoglio i suoi follower e sui social ha postato una immagine che parla da sola: “95/100“.

L’esame, quindi, è andato molto bene e la figlia del giornalista può godersi un po’ di meritato riposo. Brava Matilde“, scrive orgoglioso il padre. Ai festeggiamenti via social si è aggiunta anche Carolyn Smith che ha commentato: “Complimenti“.

I commenti di sostegno

Proprio sotto la foto della piccola Matilde, i fan di Sposini hanno lasciato moltissimi messaggi di sostegno: “Anche se non ti conosco di persona perché sono un’ammiratrice di Papà ti auguro un bocca al lupo per ora e per qualsiasi cosa affronterai nella vita e un caro saluto alla tua famiglia“, si legge.

E ancora: “Un abbraccio grande da tutta la mia famiglia da Palermo. La ricordiamo sempre. La sua signorilità sempre anche quando la Mara lo inportunava e la metteva in imbarazzo“.