Mino Reitano e la figlia Grazia Reitano

Mino Reitano è scomparso ormai 11 anni fa, portato via a 64 anni da un tumore il 27 gennaio 2009. Ospite a La Vita in Diretta, Grazia Reitano ricorda il papà tanto amato e il suo idilliaco rapporto con la moglie Patrizia Vernola, alla quale il cantante ha dedicato molti celebri brani.

L’amore di Mino Reitano per la moglie

Grazia Reitano descrive il legame tra i suoi genitori come un amore unico, eccezionale e meraviglioso”. “È quello che oggi io e mia sorella cerchiamo di dare a mamma – prosegue – lo merita perché è una donna eccezionale”.

Grazia Reitano ricorda quando suo padre dedicava dal palcoscenico i versi di Una ragione in più alla moglie. “Ogni cosa era per Patrizia, dal cantare all’esibirsi”.

Il dolore della malattia

La morte di Mino Reitano ha lasciato un grande vuoto nel panorama musicale italiano, ma soprattutto nell’intimità della sua famiglia. “Queste cose ti cambiano profondamente e ti fanno maturare, che tu voglia o no”, dichiara Grazia Reitano con voce rotta dall’emozione. “L’insegnamento è tenere duro nella vita perché non sempre va tutto a gonfie vele.

Anche la malattia può ostacolare la volontà di un grande uomo di tendere la mano verso la propria gente e la propria famiglia”.

La vita senza Mino Reitano

La giovane ricorda quando, negli anni di malattia, Mino Reitano chiedeva alle figlie e alla moglie: “Come immaginate la vostra vita senza di me?”. “Erano momenti strazianti, dovevi bluffare”, racconta Grazia Reitano, che voleva “cercare di incoraggiarlo e piangere in disparte, senza farsi notare”. Oggi però saprebbe rispondere all’interrogativo sollevato dal padre: “Dopo 11 anni dico: papà, tranquillo, la vita senza di te è molto difficile perché il dolore non ha un tempo, ma come riscatto ti dico che la più grande eredità è avere una mamma eccezionale che merita tanto amore e che deve continuare a riceverlo da noi”.

L’affetto familiare rende l’assenza di Mino più sopportabile: “Se amiamo mamma dimezziamo il dolore e portiamo avanti la sua missione”.

I ricordi di Grazia Reitano

Certo, sono ancora ben impressi nella memoria di Grazia Reitano i tempi in cui lei e la sorella accompagnavano il padre in tour. “Abbiamo iniziato a viaggiare con il papà già da piccole, e la sera dopo i concerti stavamo insieme e c’era questo momento di gratifica, il pasto insieme”, rammenta.

Mino Reitano le ha insegnato “la gioia dello stare insieme”, quella gioia quotidiana che si apprezza nei piccoli gesti. Il cantante era un uomo dalla grande empatia, ma anche dai grandi sogni: Da bambino sognava di diventare calciatore, sapeva tantissimo di calcio e si informava quotidianamente”, racconta Grazia Reitano. La giovane mostra un oggetto a cui il padre era molto legato: “Mi emoziona tenerla in mano, è una maglia da calciatore che indossava in giardino trasformato in campo sportivo”.

Approfondisci

Il ricordo di Mino Reitano a Storie Italiane, parla la famiglia del cantante

Il ricordo della moglie di Mino Reitano: “Avremmo voluto invecchiare insieme”