Persona in manette, arresto

Phillip Blackwell, un ex concorrente dell’edizione britannica di X-Factor, si è dichiarato colpevole di numerosi reati sessuali. L’uomo, 55 anni, è stato accusato di 31 crimini, tra i quali oltre 10 stupri commessi nell’arco di oltre due decenni. Le vicende avrebbero avuto luogo prima e dopo la sua apparizione televisiva del 2008, che lo aveva visto partecipare ai provini del celebre talent show.

31 reati sessuali in 22 anni

Stando a quanto riportano le fonti estere, Phillip Blackwell è stato arrestato in gennaio dalla polizia del Warwickshire; la stessa aveva precedentemente condotto indagini su una serie di stupri di fine anni ’90.

Le affermazioni dell’uomo, che già in quell’occasione si era dichiarato colpevole, avevano poi portato ad ulteriori indagini su una serie di reati ai danni di altre quattro donne. L’inquietante quadro che si è venuto così a delineare è quello di un vero e proprio stupratore seriale; vengono riportate decine di aggressioni al suo attivo tra il 1997 e il 2019. Tutte le vittime sono giovani donne, aggredite nelle prime ore del mattino mentre camminavano lungo la strada.

Blackwell è un prolifico molestatore che ha commesso 31 reati sessuali contro 9 vittime in 22 anni, pur mantenendo un aspetto di rispettabilità nelle comunità in cui viveva” ha dichiarato in un comunicato stampa Karen Hackett, dell’Ufficio del pubblico ministero.

“A causa dei suoi crimini – ha poi riferito – tutte le vittime subiranno conseguenze per il resto della loro vita”.

Predatore sessuale pericoloso

Blackwell, ex insegnante, aveva partecipato ai provini di X-Factor nel 2008, per poi comparire in alcuni eventi live dell’anno successivo. All’epoca era sicuramente difficile immaginare che potesse trattarsi di un individuo tanto pericoloso, la cui doppia vita ha sorpreso le stesse forze di polizia.

Tra i reati di cui si è dichiarato colpevole nei processi di Febbraio e Maggio, vengono riportati oltre 10 accuse di stupro, violenza sessuale, sequestro di persona e voyeurismo.

È chiaro che si tratta di un predatore sessuale pericoloso e manipolatore, che ha causato indicibili sofferenze alle sue vittime per la sua sola gratificazione sessuale – ha dichiarato Caroline Corfield, in un comunicato rilasciato dalla polizia del Warwickshire – Le vittime dei suoi crimini hanno dovuto aspettare molti anni per avere giustizia e saranno costrette a rivivere gli orrori subiti”.

Blackwell, che si è dichiarato colpevole di tutti i reati a lui ascritti, attende ora la sentenza in programma per il 27 luglio.