Paola Gassman figlia Vittorio Gassman

Paola Gassman è la primogenita del grande artista Vittorio Gassman. Sin dall’infanzia ha respirato l’atmosfera artistica che permeava la sua famiglia e nella sua vita non poteva che diventare un’attrice di successo. Ma scopriamo qualcosa in più del suo rapporto con il padre, i fratelli e la sua vita privata.

Chi è Paola Gassman?

Paola Gassman è la prima figlia di Vittorio Gassman. La donna, nata il 29 giugno del 1945, è il frutto della relazione tra l’attore e Nora Ricci, attrice di prosa. Figlia d’arte, ha dunque respirato l’aria dello spettacolo fin da piccola e non poteva che non seguire le orme dei propri genitori.

Difatti ha iniziato a lavorare come attrice teatrale nella compagnia Teatro Libero diretta da Luca Ronconi, fin da giovanissima con un talento inconfutabile. Per quanto riguarda la vita privata, si è sposata una prima volta nel 1967 con Luciano Virgili, conosciuto all’Accademia nazionale d’arte drammatica e dal loro matrimonio, cessato poi nel 1973, è nata Simona.

Attualmente è sposata con l’attore Ugo Pagliai, da cui ha avuto un altro figlio: Tommaso, che lavora come regista.

Il rapporto con il padre Vittorio Gassman

L’attrice, durante un’intervista nel programma Rai Vieni da Me, ha parlato del suo rapporto con il padre, evidenziando le similitudini della sua esperienza da genitore, con quella di Vittorio Gassman. Io sono nata troppo presto: ho commesso io stessa l’errore di avere una figlia con un marito troppo giovane. Ho scoperto lui più tardi: nell’infanzia non c’era, era preso dalla sua professione, mi voleva bene ma non era presente. Mia mamma è stata molto intelligente: non lo ha né mitizzato né denigrato, la loro è stata una separazione non cruenta.

Ho solo dei ricordi piacevoli della mia infanzia. Poi, quando sono cresciuta e ho scelto questa professione ho trovato un collega ma anche un padre: lui mi ha accompagnata in maniera estremamente intensa.” Difatti, l’attrice ha interpretato diversi ruoli in molti spettacoli diretti dal padre, come ad esempio in: Bugie Sincere, Cesare o nessuno e Fa male il teatro.

Una data che unisce Vittorio e Paola Gassman

Dietro la data del compleanno di Paola Gassman, il 29 giugno, che è anche il giorno della scomparsa di Vittorio, si cela un piccolo particolare sconosciuto a molti che, proprio l’attrice, a Il Corriere della Sera, ha voluto condividere.

E pensare che mio padre, quando nacqui, mi registrò all’anagrafe sbagliando data, cioè il 28 giugno. Su questo sbaglio scherzava sempre, diceva: “è la farsa del tuo compleanno”. Poi la data ha coinciso con la sua morte. Strano il destino.”

Il rapporto con gli altri fratelli Gassman

Sempre durante l’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera, l’attrice ha anche raccontato di quanto il padre abbia incoraggiato i figli, nati da quattro madri diverse, ad intraprendere la carriera di attori e dello splendido rapporto che la lega ai suoi fratelli: Alessandro, Jacopo e Vittoria.

Quest’ultima, medico geriatra, è l’unica figlia di Vittorio Gassman che ha intrapreso una carriera differente e lontano dai riflettori. “Nonostante le distanze anagrafiche, mio padre è stato bravo ad amministrarci: tra fratelli ci vogliamo bene, ridiamo dei suoi difetti. Non ci ha scoraggiati: considerava questo mestiere il più bello del mondo, nel rito del teatro tutto era meraviglioso per lui, persino l’intervallo. Il suo insegnamento era di non accontentarsi mai, di fare sempre meglio.”