roberto baggio

Roberto Baggio, ex calciatore della nazionale italiana, ha oggi pianto la scomparsa del padre Florindo, all’età di 88 anni. Il padre del “Divin Codino” è morto a Caldogno, in provincia di Vicenza, dove era ricoverato per il peggiorare della sue condizioni di salute.

Scomparso Florindo Baggio, il padre del grande Roberto

Florindo Baggio avrebbe voluto che i suoi figli fossero ciclisti, come ha raccontato una volta Roberto Baggio, che sarebbe invece diventato una star del calcio mondiale. Il campione, sesto di 8 fratelli, era molto legato al padre, la cui salute è peggiorata nell’ultimo periodo per cui è stato ricoverato nell’ospedale della città che è da sempre casa della famiglia.

La vita per il pallone

Come avrebbero presto scoperto i genitori di Roberto, Florindo Baggio e Matilde Rizzotto, la passione che il figlio mostrava fin da bambino era una vera e propria vocazione. Baggio è ritenuto uno dei più forti giocatori della storia del calcio, con premi vinti in ogni ambito.

Pallone d’Oro nel 1993, ha partecipato a tre Mondiali con la maglia azzurra, tra cui quello del 1990 dove segnò il gol passato alla storia con la Cecoslovacchia.

Roberto Baggio oggi

L’ex calciatore oggi 53enne si gode la pensione insieme alla moglie Andreina Fabbi e ai 3 figli: Valentina, Mattia e Leonardo. Roberto Baggio ha sempre tenuto al famiglia lontana dai riflettori, cercando di coinvolgerli il meno possibile nella sua vita pubblica.

Nonostante l’addio al calcio, rimane una figura iconica. Una trasposizione della sua vita in film sarà prodotta da Netflix con il titolo Il Divin Codino, le cui riprese inizieranno a settembre. A esprimere le contraddizioni e i trionfo di Roberto Baggio sarà Andrea Arcangeli, per la direzione di Letizia Lamartire, che ha anticipato: “È la storia di un uomo umile con un talento smisuratoche con le sue giocate ha cambiato il calcio italiano.

Racconteremo anche il percorso di una persona che attraverso le sofferenze personali ha raggiunto grandi trionfi in campo“.