ambulanza

Non ce l’ha fatta un 25enne torinese andato in Versilia per raggiungere il padre in vacanza. I due, insieme a un altro parente, avrebbero assunto alcol e droga che sarebbero risultati fatali al giovane, figlio dello scrittore Gerardo Ventrella. Continuano gli accertamenti degli inquirenti sul tragico accaduto.

Assume droga e alcol con il padre: muore 25enne

Il giovane era partito da Torino per andare a trovare il padre, 54 anni, al Lido di Camaiore, in Versilia, come riporta La Stampa. Nella notte di ieri avrebbero entrambi assunto un cocktail di alcol e droga risultato fatale per il 25enne.

I soccorsi sarebbero stati chiamati alle 23.30 e gli operatori del 118 sarebbero accorsi sul posto, trovando il figlio in arresto cardiaco. Nonostante i tentavi di rianimazione, il 25enne è morto all’Opa di Massa, dove è stato ricoverato anche il padre.

Lo scrittore aveva raccontato il passato con la droga

Il padre della vittima, Gerardo Ventrella, avrebbe avuto un passato difficile su cui ha scritto un libro per Feltrinelli. In Il mio quartiere, scritto come un immaginario dialogo proprio con il figlio, racconta la sua esperienza nel tunnel della droga.

Ventrella ha affrontato l’argomento con un linguaggio schietto, avvertendo sui rischi dell’abuso di droga e del difficile percorso per uscirne.