Esplosione nel porto di beirut

Negli ultimi minuti si è appreso di una devastante esplosione nel porto della città di Beirut, la capitale del Libano. Numerosi sono i video che stanno girando per la Rete e che mostrano una gigantesca esplosione, cui è seguita un’onda d’urto che ha colpito l’intera città.

Esplosione nel porto di Beirut

Le prime immagini sono iniziate a circolare meno di un’ora fa. Numerose fonti internazionali riportano di 2 forti esplosioni nel porto di Beirut, in Libano. Da quanto si vede nei video in Rete, la zona colpita è direttamente sul mare.

Un’intensa nuvola di fumo grigio, seguita poi da un’impressionante esplosione che ha colpito l’edificio accanto. Chi filma, viene travolto dall’onda d’urto.

Guarda il video

Beirut, ci sono feriti nell’esplosione

Da quanto riporta la CNN, citando fonti locali, l’esplosione sarebbe avvenuta in un magazzino di fuochi d’artificio. Non sono ancora chiare le dinamiche e cosa abbia portato all’enorme botto, ma sulla scena sono accorse numerose squadre di vigili del fuoco. Inoltre, viene riportato che ci sono dei feriti nell’esplosione di Beirut. Nessuna notizia, al momento di morti, ma la BBC ha riportato di persone intrappolate tra le macerie.

Guarda il video

Colpita la casa dell’ex Primo Ministro

Tra gli edifici che sarebbero stati colpiti dalla tremenda esplosione, ci sarebbe anche la casa dell’ex Primo Ministro Saad Hariri: lui, tuttavia, sarebbe in salvo, come riportato da membri del suo partito.

Numerose anche le prime testimonianze del boato che ha scosso la città. La CNN riporta che un cittadino ha sentito “Come un terremoto” e che “L’appartamento tremava in orizzontale e all’improvviso c’è stata come un’esplosione e le finestre e le porte si sono spalancate.

Il vetro si è rotto. Molte case sono state danneggiate o distrutte“. Alcuni commenti paragonano l’urto e il fungo a quello della bomba atomica.

Le immagini delle macerie

L’agenzia Reuters sta trasmettendo dal vivo le impressionanti immagini delle macerie. La stessa esplosione ha distrutto vetri, finestre, abbattuto porte e fatto cadere il mobili degli uffici a 10 km dal punto di origine. Nello stesso, si vede lo scheletro di un edificio e numerosi piccoli incendi ancora in corso. In sottofondo, il costante suono delle sirene.

Guarda il video