volante carabinieri

Nuda, in stato di semi coscienza e sulla spiaggia, queste le condizioni di una ragazza di 19 anni ritrovata a Cattolica nella prima mattinata di sabato. Ai due turisti riminesi la giovane ha detto di essere stata violentata. 

Trovata nuda in spiaggia 

La 19enne è stata ritrovata intorno alle 4.30 del mattino, secondo quanto riferito da alcune testate locali la giovane ha detto di provare forti dolori per poi aggiungere: “Mi hanno sicuramente violentato”. I suoi vestiti sono stati ritrovati non molto lontano dal punto del ritrovamento; immediata la segnalazione ai carabinieri che hanno fatto scattare il protocollo antistupro.

 

La 19enne è stata visitata presso l’ospedale di Riccione dove è stata trattenuta fino al pomeriggio. Sottoposta anche a test di alcool e droga, al primo è risultata positiva, con un tasso alcolemico pari a 2,45 mentre è risultata negativa al secondo. Dal referto risulta essere un caso di abuso sessuale presunto. 

Sul caso indagano i carabinieri di Cattolica e la procura di Rimini ha aperto un fascicolo per violenza sessuale. 

La sera prima era con un amico

Da una prima indagine è emerso che la 19enne ritrovata sulla spiaggia di Cattolica è una turista originaria di Perugia in vacanza con la famiglia a Riccione.

La sera prima era uscita con un amico per andare a ballare presso il locale Bikini di Cattolica dove, a causa di una serie di coincidenze i due si sono persi di vista. 

La giovane avrebbe accidentalmente rovesciato il suo drink addosso ad uno sconosciuto nel locale, per scusarsi ha voluto offrirgli da bere e da quel momento ha perso ogni ricordo della serata. L’amico ha raccontato come la 19enne si è allontanata intorno alle 3.30, lui ha proseguito la serata da sola mentre della giovane si sono perse le tracce per un’ora, ovvero fino alle 4.30 quando è stata ritrovata.

Ora i militari stanno passando al vaglio tutte le immagini delle telecamere di videosorveglianza, per cercare di ricostruire i suoi spostamenti, la 19enne sarà riascoltata.