incidente cuneo

Tragedia in montagna, a Castelmagno, in alta Valle Grana, dove questa notte un Land Rover Defender è precipitato per oltre 100 metri in una scarpata. Le vittime sono il conducente del mezzo, un ragazzo di 24 anni, e quattro ragazzini, tutti minori, tra gli 11 e i 16 anni. Altri quattro sono rimasti feriti e due di loro sarebbero gravi.

Auto precipita: 5 vittime

Il Land Rover Defender su cui stavano viaggiando i giovani è omologato per trasportare 9 persone e stava viaggiando sulla strada che conduce verso le grange Tibert, a 1.800 metri di quota, sopra il Santuario di San Magno, quando è precipitato in una scarpata piuttosto ripida.

Appena pochi minuti fa i Vigili del Fuoco, che questa notte sono intervenuti sul luogo dell’incidente, hanno dato qualche informazione: “Tragica notizia da Castelmagno (CN), dove poco dopo la mezzanotte 5 ragazzi hanno perso la vita precipitando con il fuoristrada in un dirupo lungo la via sterrata verso Monte Crocetta. Altri 4 sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e affidati alle cure mediche“.

La dinamica dell’incidente

Stando a quanto rivela La Stampa, quasi tutti i ragazzi coinvolti erano villeggianti e si sarebbero organizzati per passare la serata all’Alpe Chastlar, per guardare le stelle.

Al ritorno, verso la mezzanotte, l’autista avrebbe perso il controllo del mezzo su cui stavano viaggiando all’altezza di una curva a gomito. Il fuoristrada si sarebbe prima schiantato sulla parte di strada sottostante, per poi rotolare nella scarpata e fermare la sua corsa poco prima di un nuovo dirupo, in una piccola cunetta. Per ora su quanto accaduto prima di precipitare ci sono ancora poche informazioni.

Ma sembra che tutti i giovani siano stati sbalzati fuori dall’abitacolo.

I due ragazzi le cui condizioni risultano più critiche hanno 24 e 17 anni. I ragazzi deceduti hanno 24, 17 e 11, 16 e 14 anni. Sul luogo delle’inicdente nelle scorse ore sono intervenute quattro squadre di vigili del fuoco, il Soccorso alpino della val Maira, guardia di finanza e i carabinieri.