volante dei carabinieri

Una lite conclusasi con il dramma quella avvenuta nei pressi di una discoteca in provincia di Perugia. Un giovane di 24 anni originario di Spoleto è morto, mentre 3 ragazzi si trovano in stato di arresto con l’accusa di omicidio preterintenzionale e rissa aggravata. 

Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Assisi che stanno cercando di stabilire con esattezza quanto accaduto.

Lite sfociata in rissa

Il dramma si è consumato nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 agosto a Bastia Umbra, provincia di Perugia. Protagonisti 4 ragazzi originari del luogo e di Assisi.

 

Secondo una prima ricostruzione, il dramma è scattato intorno alle 3 del mattino quando, nel parcheggio del Country Café, locale molto noto nella zona, due gruppi di ragazzi ha innescato una lite seguita da una rissa violenta. Al momento sono ignote le cause che hanno innescato il duro confronto che, spostatosi poi in una zona limitrofa, ha causato una vittima.

24enne investito dopo la rissa

Si tratta di Filippo Limini, un ragazzo di 24 anni originario di Spoleto. Sempre secondo la prima dinamica dei fatti, il 24enne rimasto vittima della rissa, si sarebbe accasciato al suolo a causa dei calci e dei pugni ricevuti e, impossibilitato ad alzarsi, sarebbe stato travolto dagli stessi ragazzi coinvolti nella rissa  saliti a bordo della stessa auto.

 

L’auto lo ha travolto due volte, prima in retro e poi lasciando il parcheggio e fuggire. Quando l’ambulanza è arrivata sul posto, per il 24enne spoletino non c’è stato nulla da fare.

Tre persone arrestate

In attesa del referto dell’autopsia, che chiarirà le effettive cause del decesso (gli inquirenti vogliono capire se il ragazzo è morto a causa del pugno o a causa dell’investimento), tre persone sono state individuate e arrestate.

 

Si tratta di tre ragazzi, tutti residenti tra Bastia e Assisi e tutti e tre a bordo dell’auto che ha travolto il 24enne. Gli arresti sono scattati in tarda serata, ma le indagini proseguono.

Il cordoglio del sindaco

Sul caso si è espressa anche il sindaco di Bastia Umbra, Paola Lungarotti, che ha definito il fatto come un episodio sconvolgente, esprimendo poi la sua vicinanza alla famiglia.

Il Sindaco e l’Amministrazione tutta sono vicini alla famiglia del giovane, vittima dello sconvolgente episodio accaduto questa notte a Bastia Umbra.

Il dolore non lascia spazi a commenti o giudizi. Ora è solo dolore”.

Il post del sindaco di Bastia Umbra