ambulanza

Dramma a Domodossola, dove una giovanissima di 17 anni è morta a causa di un tragico incidente col parapendio. La ragazza stava volando insieme ad un gruppo quando, per motivi ancora in fase di accertamento, è precipitata in un canale morendovi annegata. 

Nonostante i soccorsi, per la giovane non c’è stato nulla da fare. La tragedia si è consumata alla presenza del padre, che stava aspettando la figlia al campo di atterraggio dedicato a Geo Chavez, luogo molto conosciuto dai parapendisti.

17enne muore in un incidente col parapendio

Tutto è accaduto tra le 10 e le 11 di domenica 23 agosto, la 17enne Kjara Alejandra Bottini, originaria di Verbania.

Si trovava insieme ad un altro gruppo di parapendisti quando è successo. 

Il gruppo era partito dalla località Alpe Torcelli ed erano attesi per l’atterraggio al compo volo di frazione Siberia, periferia di Domodossola. Tra le persone in attesa del gruppo c’era anche il padre della ragazza, il quale ha assistito atterrito ed impotente alla scena. 

Una manovra sbagliata e lo schianto

Stando ad una prima ricostruzione, la 17enne avrebbe fatto una manovra sbagliata in fase di atterraggio, forse anche a causa delle forti correnti d’aria che l’ha fatta precipitare in un canale in gestione all’Enel in zona Laghetto dei Sogni, Villadossola.

A quel punto la 17enne è annegata nel canale. Immediato l’intervento dei soccorritori che, sfortunatamente, non sono riusciti a rianimarla. Sul posto sono intervenuti anche polizia, carabinieri e vigili del fuoco.

Esperta di parapendio

La giovane vittima del drammatico incidente si chiamava Kjara, frequentava il liceo scientifico e non era nuova al volo. Secondo quanto riferito dalle testate locali, la ragazza era una parapendista esperta, avendo frequentato tutti i corsi.

Dalle testimonianze raccolte da chi ha assistito alla scena, il parapendio le si è avvitato in volo.