Barbara Corvi

Svolta nel giallo di Barbara Corvi, scomparsa nel 2009 a Montecampano (frazione di Amelia, in Umbria): ci sarebbero due nomi iscritti nel registro degli indagati, con fascicolo aperto per omicidio. A rivelarlo è Chi l’ha visto?, che si è occupato del caso della mamma 35enne di cui si sono perse le tracce 11 anni fa.

Scomparsa di Barbara Corvi: si indaga per omicidio

Sarebbero due gli indagati per la scomparsa di Barbara Corvi, 35enne di Montecampano scomparsa ormai da 11 anni. A rivelare la svolta è la trasmissione di Federica Sciarelli, che si è occupata spesso del giallo la cui alba risale al 2009.

La procura di Terni, secondo quanto riportato da Chi l’ha visto?, starebbe valutando la posizione di marito e cognato della donna, Roberto e Maurizio Lo Giudice, fratelli ed entrambi finiti sotto la lente di un’inchiesta per omicidio e occultamento di cadavere. Sarebbero queste le ipotesi di reato a loro carico.

Entrambi, raggiunti dai microfoni del programma di Rai 3, non hanno rilasciato dichiarazioni sugli ultimi sviluppi sul caso. Contattato dall’Ansa, il procuratore capo, Alberto Liguori, ha definito l’attuale fase istruttoria “molto delicata“, senza aggiungere particolari sul tessuto delle attività in corso.

Il giallo di Montecampano

Barbara Corvi, madre di due figli, è scomparsa il 27 ottobre 2009 a 35 anni. Un mistero su cui il marito della donna era intervenuto tempo fa ai microfoni di Chi l’ha visto?, dichiarando di sperare in un suo ritorno. Alla luce della recente svolta riportata dalla trasmissione, e del tempo trascorso dalla sparizione, apparirebbe sempre più remota l’ipotesi di un allontanamento volontario. Scenario che gli stessi Corvi hanno sempre ritenuto inverosimile.

A ribadirlo è l’avvocato Giulio Vasaturo, legale della famiglia della donna, che ha affidato all’Ansa un commento sulle ultime novità dell’inchiesta: “Abbiamo appreso dalla tv gli sviluppi investigativi, che seguiamo con grandissima attenzione. Siamo convinti di essere vicini alla verità per individuare i responsabili e consegnare alla famiglia di Barbara un luogo dove piangerla e ricordarla“.

La riapertura del caso risale al luglio scorso. Prima della scomparsa, secondo la sua versione fornita agli inquirenti, il marito di Barbara Corvi avrebbe scoperto un tradimento che avrebbe innescato una discussione. Da questo evento, secondo chi indaga, potrebbe essere scaturito l’omicidio.