eros ramazzotti con il microfono in mano

Un errore nel numero di telefono, dall’altro lato una persona sconosciuta. È un grande classico con cui tanti, almeno una volta, si sono trovati a fare i conti durante una chiamata o l’invio di un messaggio, ma quanto raccontato da una giovane al Trio Medusa, su Radio Deejay, ha il sapore dell’incredibile. A rispondere al suo messaggio sarebbe stato Eros Ramazzotti, che avrebbe reagito regalandole una sorpresa.

Sbaglia numero e contatta Eros Ramazzotti

Chiamate Roma Triuno Triuno, trasmissione del Trio Medusa in onda su Radio Deejay, ha portato all’attenzione degli ascoltatori un fatto curioso che sarebbe accaduto a una ragazza che, come tanti, avrebbe sbagliato numero finendo per contattare una persona che non conosce.

In realtà, lo sconosciuto dall’altra parte non sarebbe tale, perché Valeria, questo il nome della giovane, avrebbe inviato per sbaglio un messaggio a Eros Ramazzotti.

Nel programma radiofonico, il racconto della protagonista del clamoroso errore, sfociato in una storia degna della miglior commedia degli equivoci. Tutto, secondo il racconto della ragazza, sarebbe iniziato con un sms da inviare a un amico.

Stavo scrivendo un messaggio a un mio collega, ero convinta di ricordarmi il numero a memoria, e ho sbagliato clamorosamente numero.

Mi poteva capitare chiunque, invece mi è capitato Eros Ramazzotti, e non ci crede nessuno quando lo dico. Chiedeteglielo, sicuramente confermerà“.

La reazione di Eros e la sorpresa

Tra la ragazza e il cantante sarebbe nato un simpatico scambio di messaggi, dopo l’iniziale “Ma chi sei?” in risposta alla giovane, sfociato nella presentazione: “Se senti la mia voce, sicuramente ti ricordi di me. Io sono Eros”.

La giovane non avrebbe creduto al suo interlocutore, salvo poi imbattersi nella clamorosa sorpresa.

L’artista l’avrebbe invitata nel suo studio per dissipare ogni dubbio sulla sua identità, ed è lì che la giovane avrebbe incontrato anche un altro grande nome della musica.

Sono scesa dal tram e ho visto Jovanotti a piedi che rideva (…)”, ma non è tutto, perché ci sarebbe stato anche il produttore di Max Pezzali: “Ero appena stata a uno dei suoi ultimi concerti, e avevo detto che non mi era piaciuto. Eros mi aveva dato una pacca sulla spalla dicendomi ‘Complimenti, quello è il produttore di Pezzali’“.

Approfondisci

TUTTO SU EROS RAMAZZOTTI