la polizia sul luogo della sparatoria

Rochester, città dello Stato di New York, è stata teatro di una violenta e caotica sparatoria, che avrebbe causato almeno 16 persone ferite e 2 vittime. La polizia che si è precipitata sul luogo ha trovato una situazione molto confusa, con testimoni terrorizzati che avrebbero descritto la sparatoria “come la guerra del Vietnam“.

Rochester, sparatoria di massa: decine di feriti e 2 vittime

La sparatoria avrebbe avuto luogo su Pennsylvania Avenue, verso mezzanotte e mezza. Secondo ABC News, una delle vittime sarebbe una ragazza sui 20 anni, mentre l’altra sarebbe un coetaneo di sesso maschile.

I feriti, tra le 14 e le 16 persone, sono stati portati in ospedale, ma non sarebbero in pericolo di vita. Secondo le prime indiscrezioni, avrebbe avuto origine durante una festa in giardino che si stava svolgendo in quel momento.

Mark Simmons, capo della polizia del dipartimento di Rochester, ha parlato di “una tragedia di proporzioni epiche“, per chiarire la quale si stanno ora ascoltando i testimoni. Almeno un centinaio di persone, secondo l’ufficiale, sarebbero state trovate sulla scena della sparatoria all’arrivo degli agenti di polizia.

Non è chiaro al momento il numero delle persone responsabili della sparatoria.

Di nuovo violenza dopo il caso Daniel Prude

Rochester è purtroppo già nota per casi di violenza che l’hanno portata al centro del dibattito per settimane, arrivando anche a influenzare la campagna per le presidenziali. La città ha visto un’ondata di proteste portate avanti dal movimento Black Lives Matter a seguito dell’uccisione di Daniel Prude.

Afro-americano, Prude è morto lo scorso marzo dopo essere stato fermato dalla polizia a seguito di un episodio psicotico dovuto all’ingerimento di una sostanza psicotropa.

L’uomo stava correndo nudo in strada quando è stato fermato dagli agenti, che gli avrebbero applicato un cappuccio anti-sputo e lo avrebbero tenuto per più di 2 minuti con la faccia schiacciata a terra. Prude è morto per asfissia, episodio a seguito del quale si sono moltiplicate le richieste di togliere fondi alla polizia di Rochester.