Enrica Bonaccorti

Sono stata molestata da persone vicine alla mia famiglia”: sono le parole di Enrica Bonaccorti, intervenuta nel corso del programma di Eleonora Daniele Storie Italiane. Si tratta di una vera e propria confessione, arrivata commentando nello studio di Rai 1 la vicenda di Giada Vitale, la ragazza abusata da un sacerdote poi condannato in via definitiva.

Episodi di molestie da 8 a 19 anni

Le dichiarazioni di Enrica Bonaccorti derivano da un’emozione molto forte, rivissuta attraverso il racconto fatto da Giada Vitale. “Non ne ho mai parlato – ha ammesso la conduttrice – non ho mai partecipato a nessun talk sul MeToo, ma dagli 8 anni fino ai 19, quando ho iniziato a lavorare, avrei episodi da raccontare, e dai 19 in poi, nel lavoro, ne avrei tantissimi”.

Lo studio di Rai 1 accoglie la rivelazione con grande sorpresa; tanto da spingere Eleonora Daniele a rivolgere alcune domande più specifiche, sempre con molto tatto. A proposito delle difficoltà che incontrano le vittime di abusi nel parlare della propria esperienza, la Bonaccorti ha spiegato: “A 13 anni o a 8 anni, come avevo io, non si parla, si è sicuri di essere in colpa, di essere colpevoli di qualche cosa”.

Enrica Bonaccorti pentita della confessione

Questo elemento legato al senso di colpa, che viene sfruttato dagli autori degli abusi per tenere segreti i propri comportamenti, può diventare una barriera invalicabile, specialmente per un bambino. “Ti senti colpevole e non dici nulla, perché sai che non sarai creduta – ha continuato la conduttrice visibilmente scossa – Purtroppo non riesci neanche a dirlo alla persona che sarebbe più giusta, cioè tua madre. E anche in quei momenti a volte rimani bloccata, congelata”.

Nel corso della trasmissione si è quindi sottolineato quanto sia importante denunciare le molestie, aiutando tante altre donne e ragazze nelle stesse condizioni. Nonostante questa consapevolezza, ha ribadito la Bonaccorti, confessare un’esperienza dolorosa a distanza di anni non è mai facile. Farlo, infatti, può comportare ulteriori sofferenze: “Adesso sono molto pentita – ha concluso – perché chissà cosa ci ricameranno sopra”.

Guarda il video

Enrica Bonaccorti a Storie Italiane

*(Immagine in evidenza: Facebook / Enrica Bonaccorti)

Approfondisci

Enrica Bonaccorti e Renato Zero: il ricordo della storia d’amore

Storie Italiane, Eleonora Daniele e la magia dello share: gli ascolti sono un successo