Orietta Berti a Verissimo

A Verissimo Orietta Berti concede una lunga intervista al pubblico di Silvia Toffanin. La popolare cantante ripercorre le principali tappe della sua carriera, fra alti e bassi, successi e frangenti negativi. A cominciare dai numerosi attacchi subiti dalla critica musicale: “I giornalisti non volevano mai fare un articolo su di me“.

La critica contro Orietta Berti

Di rosso vestita, così come la sua celebre chioma, Orietta Berti fa il suo ingresso a Verissimo nello studio di Silvia Toffanin. La popolare cantante nell’intervista ripercorre le tappe salienti della sua vita e della sua carriera, dagli esordi ad oggi.

Se il suo percorso professionale ad oggi può definirsi brillante, non è stato sempre facile per la popolare cantante. Soprattutto a causa dell’atteggiamento della critica musicale, che più volte ha cercato di osteggiarla. Il suo racconto: “Specialmente nel ’67 quando andai a Sanremo con Io tu e le rose, quando Luigi Tenco venne a mancare. La gente dell’ambiente mi salutava a malapena, i giornalisti non volevano mai fare una articolo su di me, né interviste, come se io avessi la peste. Ma in fondo la colpa era stata anche loro, perché erano nella giuria speciale e potevano prendere la canzone di Tenco, invece lì’hanno abbandonato a se stesso.

Non è colpa mia se ho cantato una canzone popolare che piaceva al pubblico“.

Brutti episodi del passato

Sono stati numerosi i momenti no vissuti da Orietta Berti a causa di una critica sempre pronta ad ostacolarla. I giornalisti faticavano a concederle un’intervista, denigrandola. La cantante racconta uno spiacevole episodio del passato: “Pensa che una volta sono andato a Domenica In, un giornalista si è rifiutato di farmi un’intervista, si è seduto e per umiliarmi ancora di più mi disse: ‘Mi dispiace ma non voglio avere niente a che fare con Orietta Berti, non mi sento di farle un’intervista.

Io ho detto ‘Beh, non ho fatto niente, sono una donna normale, onesta. Ma non c’è stato niente da fare. In quel periodo era così, è stata una cosa terribile. Ne son uscita fuori grazie alla forza di mio marito che mi ha sempre spinta, e al mio pubblico che mi ha sempre sostenuto“.

Il supporto del pubblico e del marito Osvaldo

Nonostante tutto, il pubblico ha sempre sostenuto Orietta Berti e l’ha aiutata ad uscire da questi periodi negativi: “Il pubblico mi votava e mi faceva sempre andare nelle finalissime.

Grazie all’amore del pubblico, ma è stata dura perché in quegli anni c’erano queste manifestazioni importanti e io arrivavo sempre con degli articoli che mi denigravano, non mi esaltavano. Ad esempio uno ha scritto persino che mi volevo suicidare perché mio marito aveva giocato al Casinò di Sanremo 80 milioni e li aveva persi. Non è mai andato a giocare al casinò e non ho mai perso 80 milioni perché neanche gli avevamo.

Era tutto in negativo, però ci sono uscita lo stesso“.

Approfondisci

TUTTO SU ORIETTA BERTI