feda almaliti figlio incendio

Feda Almaliti, un’attivista per i diritti delle persone autistiche, è morta a Fremont (in California) nel tentativo di salvare il proprio figlio di 15 anni da un incendio.

Muhammed era rimasto dentro la casa in fiamme

Lunedì 28 settembre, ore 2 circa. Quando Feda fugge dall’incendio divampato nella sua casa di Serra Place, improvvisamente si rende conto che Muhammed, suo figlio, non è con lei. Nonostante si fosse già messa in salvo, dunque, rientra dentro l’abitazione, sperando di poterlo salvare. Le fiamme, però, non lasciano via di scampo a nessuno dei due.

L’incendio sarebbe scoppiato in cucina, ma il Fremont Fire Department sta ancora investigando la causa. In casa si trovavano quattro persone: Feda, sua sorella Salah, sua figlia e Muhammed. Salah e la figlia sono state salvate dall’intervento dei vigili del fuoco.

Salah ha raccontato su Facebook: Riesco ancora a sentire il rumore dei vetri che si rompevano e la voce di Muhammed che urlava ‘No, no, no’ in risposta a Feda”. Quando i pompieri sono entrati nella casa, madre e figlio erano abbracciati.

L’attivismo e il rapporto tra madre e figlio

Feda Almaliti è conosciuta localmente e nazionalmente come un’importante attivista per i diritti delle persone autistiche.

Il figlio, Muhammed, aveva una forma di autismo grave, che probabilmente l’ha fatto sentire sopraffatto dal caos dell’incendio, impedendogli di reagire e salvarsi.

Una delle sue prime battaglie risale al 2009, quando ha preso parte a una class action contro Kaiser Permanente per essersi rifiutata di fornire trattamenti sanitari al figlio e ad altri bambini autistici. Il suo duro lavoro ha portato alla vittoria della causa.

Le testimonianze degli amici

Sarah Trautman, amica della famiglia e analista comportamentale, ha raccontato che “Muhammed era il centro del suo universo.

Lei non poteva esistere in un mondo senza di lui, e lui non poteva esistere in un mondo senza di lei”.

Karen Fessel, un’amica di lunga data, ha raccontato di aver intuito subito che Feda fosse morta nel tentativo di salvarlo. Lo amava enormemente, e non appena ho sentito che era morta nell’incendio, l’ho capito”.

(Immagine in alto: dal profilo di Maysoon Salah/Facebook)