Emmalyn Nguyen in una foto diffusa dalla famiglia

Emmalyn Nguyen, una ragazza di 19 anni di Denver, è morta dopo mesi in stato vegetativo a causa di un’operazione per l’aumento del seno andata male.

L’operazione andata male: “Ci stavano mettendo troppo”

Quando Emmalyn è entrata in sala operatoria il 1° agosto dello scorso anno, nessuno si aspettava che vi sarebbe rimasta per più di 2 ore. Quando non l’ha vista uscire per 5, la madre della ragazza, Lynn Fam, ha iniziato a preoccuparsi.

Dopo ore è uscito il medico, Geoffrey Kim. “Va tutto bene, è tutto a posto” avrebbe detto a Fam secondo quando riportato da KCNC: “È giovane, è in salute, starà bene, semplicemente ci sta mettendo un po’ a svegliarsi.

L’allora 18enne, però, non si è mai svegliata. Poco dopo l’anestesia, infatti, ha avuto due arresti cardiaci che hanno compromesso le sue funzioni cerebrali. È quindi entrata in un semi-coma e non si è più ripresa.

Sembrerebbe inoltre che i medici della clinica, la Colorado Aesthetics and Plastic Surgery, non abbiano chiamato il 911 per 5 ore dopo le complicazioni dovute all’anestesia.

Da allora, Emmalyn è rimasta intubata in una casa di cura fino alla sua morte, il 4 ottobre scorso.

In quel periodo di tempo, la famiglia ha pubblicato aggiornamenti sullo stato di salute della ragazza su un profilo Instagram dedicato.

La denuncia: “L’hanno lasciata sola dopo l’anestesia”

Doveva essere un’operazione di routine, ma per Emmalyn e i suoi cari è diventata “un incubo”. L’avvocato della famiglia, David Woodruff, ha infatti dichiarato: “È stata lasciata inosservata. Nessuno l’ha controllata per 15 minuti. Un infermiere è entrato nella stanza e l’ha trovata blu.

Già l’anno scorso, infatti, la famiglia ha denunciato il dott.

Kim e Rex Meeker, l’anestesista. Secondo i documenti dell’accusa, analizzati dal Sun, non solo i due sarebbero autori di grave negligenza, ma avrebbero anche mentito ai familiari della ragazza.

“Non abbiamo portato avanti l’operazione perché il suo battito è crollato, ma ora è tutto okay, avrebbe più volte rassicurato il dott. Kim. Inoltre, la madre avrebbe anche ricevuto un foglietto dallo staff della clinica per prenotare un nuovo appuntamento per conto della figlia.

La morte: “Porteremo avanti la denuncia come omicidio colposo”

Emmalyn è morta il 4 ottobre 2020.

Già da tempo si sapeva che sarebbe rimasta in stato vegetativo per il resto della sua vita.

La famiglia ha deciso di proseguire con la denuncia, ed ora Kim e Meeker sono accusati di omicidio colposo.

Approfondimenti:

Muore per un tumore al seno: dietro al decesso, la protesi mammaria

Protesi al seno, sul mercato alcune che potrebbero causare tumore