Aereo distrutto dopo un incidente e uno schianto

Particolarmente tragica la vicenda che arriva dalla Colombia, dove un piccolo aereo bimotore si è schiantato martedì pomeriggio. A bordo, una famiglia con il bimbo di appena 1 anno e mezzo. Tuttavia, quando i soccorsi sono intervenuti hanno trovato tra i rottami dell’aereo il bambino, miracolosamente ancora vivo dopo lo schianto. Nulla da fare per i genitori e la quarta persona a bordo dell’aereo.

Aereo precipita in Colombia: a bordo una famiglia

Come riportano le fonti estere, a bordo dell’aereo c’era uno stimato medico colombiano, Fabio Grandas Ramírez, e la moglie Mayerly Díaz.

Ma non solo: assieme a loro c’era anche uno dei 3 figli, il piccolo Martin di appena 18 mesi. L’ultima persona, nonché a sua volta vittima del tragico schianto, la tata del bambino, Nuris Maza. I quattro erano partiti da Santa Marta e sarebbe dovuta atterrare all’aeroporto di Guaymaral, ma qualcosa è andato storto.

Durante il viaggio a bordo dell’aereo HK2335-G., lungo solo una 70 di km, il pilota Fabio Grandas ha lanciato l’allarme ed è poi precipitato nei pressi del comune di Ubaté, nella parte nord del distretto di Cundinamarca, tra Bogotà e Medellin.

Vivo per miracolo Martin, bimbo di 18 mesi

Quando i soccorsi sono arrivati sul posto, riferiscono le fonti, tutto si sarebbero aspettati meno che trovare sopravvissuti dallo schianto del bimotore pilotato dal medico. E invece, sembra che i vagiti del piccolo Martin abbiano richiamato l’attenzione e, naturalmente, fatto gridare al miracolo. Il bimbo di 1 anno e mezzo è sopravvissuto all’incidente aereo ed è stato immediatamente trasportato in ospedale.

Inizialmente, il piccolo era stato portato all’ospedale di zona, per poi essere trasferito a Bogotà.

Tuttavia, durante il trasporto le sue condizioni sarebbero peggiorate e il bambino è stato così portato alla clinica Marly di Chia. Dall’incidente aereo in cui hanno perso la vita i genitori, Martin ne è uscito con traumi all’addome e al torace, ma secondo i medici sarebbe fuori pericolo. Ora, riportano le fonti, sarebbe ricoverato presso la terapia intensiva della Fondazione Santa Fe, clinica in cui ha lavorato lo stesso padre del bambino.

Martin, a salvarlo forse è stata la madre

C’è molto clamore in Colombia, ma la portata della notizia è arrivata anche a livello internazionale.

Stupisce infatti come un bimbo di 1 anno e mezzo sia riuscito a sopravvivere. Tra le ipotesi riportate dalle fonti estere, alcune danno il merito alla culla in cui era adagiato il bambino; altre, invece, sottolineano come forse sia stata la madre a fargli da scudo, per evitare la morte di suo figlio minore.

Quale che sia la verità, le autorità stanno ancora indagando per chiarire le cause dell’incidente: Fabio Grandas, oltre che uno stimato medico impegnato a portare altri dottori nelle zone più remote e delicate del paese, era anche un provetto pilota.

Sua moglie Mayerly, invece, era un avvocato esperto in diritto delle telecomunicazioni. Entrambi non ce l’hanno fatta, ma sarebbero certamente sollevati nel sapere del miracolo che è toccato in sorte al piccolo Martin.

Approfondisci

Bimbo nasce tre mesi in anticipo e sfida ogni probabilità di sopravvivenza