volante dei carabinieri

Mattina di sangue, quella di domenica 22 novembre, per la periferia di Milano. Un uomo ha aggredito moglie e suocera accoltellandole per poi cercare di uccidersi. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Magenta e del Radiomobile di Milano.

Accoltella moglie e suocera

I fatti sono accaduti alle prime luci del mattino, intorno alle 6 di domenica in via Lambruschini, zona Bovisa a Milano. L’uomo, un 56enne, ha sorpreso la moglie, una 62enne e la suocera, una donna di 90 anni, nel sonno accoltellandole. Le ha colpite entrambe più volte al torace e all’addome, dopodiché ha rivolto l’arma verso se stesso procurandosi diverse ferite.

Compiuto il folle gesto, l’uomo ha chiamato il 118 per i soccorsi. Quando gli operatori sono arrivati nell’appartamento si sono trovati di fronte ad una scena raccapricciante.

Gravissime le due donne

Immediatamente soccorse, madre e figlia sono state trasportate in condizioni disperate presso gli ospedali Niguarda e San Carlo; la 62enne si trova al momento ancora in sala operatoria. L’uomo invece è stato trasportato al Niguarda, le sue condizioni non erano gravi e i medici l’hanno medicato: ora dovrà rispondere di tentato duplice omicidio.

Sul caso indagano i carabinieri, in attesa di ascoltare l’uomo. Al momento nessuna ipotesi è esclusa.

Un nuovo episodio violento, un’altra donna ferita gravemente all’interno delle mura domestiche e, questa volta, accade a ridosso di una data importante: la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999. La scelta del 25 novembre non è stata un caso, in quella data, nel 1960, le tre sorelle Mirabal, mentre si recavano in carcere a trovare i rispettivi mariti furono aggredite da alcuni agenti del servizio di informazione militare che le stuprarono, torturarono, e uccisero, simulando un incidente.

Approfondisci:

Orfani di femminicidio e risarcimento, il ministro: “Trovata una soluzione”

Accoltella la moglie in ospedale subito dopo il parto: non voleva permetterle di divorziare

Brescia, dà fuoco alla moglie dopo un litigio: lei muore in ospedale dopo una settimana