volante della polizia

La tragedia è avvenuta a fine novembre in un piccolo villaggio a Kamandura, in Kenya. L’artefice è una donna, Winnie Mutheu, che dopo aver evirato i genitali del figlio di un anno è fuggita facendo perdere le sue tracce. Attualmente la polizia locale la sta cercando insieme al marito della donna, che ha scoperto il terribile gesto. Il piccolo è stato ricoverato e le sue condizioni sarebbero molto gravi per le profonde ferite subite.

Madre mutila i genitali del figlio

Il fatto è stato riportato dalla testata locale Nation Kenya che attraverso un’intervista fatta alla zia del piccolo ha cercato di far luce sull’accaduto.

Pare che sia stato il padre del bimbo di un anno a scoprire le condizioni in cui riversava il figlio dopo aver sentito le urla provenire dalla stanza. Quando ha chiesto alla moglie il perchè del pianto, questa avrebbe mentito, dicendo che il figlio si era fatto male ad una gamba, giocando. Una scusa che non lo ha convinto: “Mio fratello ha quindi deciso di controllare il bimbo e rimuovendo i vestiti ha scoperto che era stato maltrattato fisicamente” ha riferito la zia alla testata locale.

Il piccolo avrebbe subito la mutilazione dei genitali che la madre pare abbia buttato in una toilette. Per le profonde ferite il padre ha immediatamente portato il bambino all’ospedale di Kijabe, dove le sue condizioni sarebbero gravi.

Caccia alla donna che ha evirato il figlio

Winnie Mutheur dopo aver commesso questo atroce gesto è fuggita facendo perdere le sue tracce. La polizia, riportano le fonti locali, è subito intervenuta per rintracciare la donna dopo la denuncia del marito. Il comandante della polizia della contea di Tigoni, Mwaniki Ireri ha preso in carico la missione e si è detto fiducioso nel trovare la colpevole, nonostante ad oggi non si hanno ancora notizie di un suo ritrovamento.

I motivi comunque del gesto non sono emersi, Winnie avrebbe avuto sempre un comportamento corretto nei confronti degli altri figli.

Approfondisci

Nocera, neonata muore denutrita: la madre era terrorizzata dal Covid

Neonato abbandonato a Ragusa: l’uomo che disse di averlo ritrovato era suo padre