bimbo di schiena su divano

In provincia di Vercelli, a Tricerro, Itan, di soli 7 anni, a gennaio è rimasto orfano in seguito al decesso della madre. Fin da subito l’associazione Famija Trisereisa si è mobilitata con una raccolta fondi per dare aiutare economicamente il piccolo.

Un po’ di bene nel male

La raccolta fondi si è conclusa con un assegno di circa 32 mila euro in favore di Itan e ha visto partecipe tutta la comunità attraverso diverse iniziative. L’associazione no profit Famija Trisereisa è un’organizzazione locale che si occupa principalmente della promozione folcloristica della zona ma non ha esitato un secondo a venire in aiuto del piccolo Itan.

La madre del bambino, Lorella, è scomparsa prematuramente all’età di 51 anni in seguito a una malattia. Ora Itan è stato dato in affidamento e l’assegno, intestato a suo nome, è stato dato ai suoi tutori come aiuto per la crescita e il mantenimento. Il ragazzo frequenta le scuole elementari e sembra che stia cercando di superare al meglio il trauma.

Le iniziative

Da gennaio, da quando mamma Lorella è scomparsa, racconta Dario Foglia presidente dell’associazione, il paese e vari enti si sono impegnati nel promuovere la raccolta fondi per Itan. Foglia, come riportato da La Sesia, ci ha tenuto a ringraziare “le tantissime persone che hanno collaborato all’iniziativa.

In particolare il Comune di Vercelli che ci ha messo a disposizione il Teatro Civico, i media che hanno reso pubblica la vicenda e La Sesia che ha indicato la propria sede come punto di raccolta per le offerte dei vercellesi.

Non solo Famija Trisereisa ma anche vigili del fuoco, Croce Rossa e Lg Trino Calcio hanno dato il loro contributo e hanno anche organizzato un concerto benefico al Teatro Civico. Tutto il paese si è mobilitato però, e ognuno ha provato a fare la propria parte: compagni di scuola e genitori hanno tutti fatto delle donazioni.

L’assegno è stato consegnato dal sindaco Carlo Borgo insieme ai rappresentati di Biverbanca/ Cassa di Risparmio di Vercelli, la quale si è occupata della parte burocratica della raccolta fondi.

Approfondisci

Fano, bimbo di 7 anni rimane orfano