Toni Standen, 29 anni, finge un cancro terminale e raccoglie più di £8.000 per un matrimonio da favola

Una 29enne inglese, Toni Standen, ha finto un cancro allo stadio terminale per raccogliere soldi per festeggiare il suo matrimonio. Ha portato avanti questa sceneggiata per anni, arrivando anche a rasarsi i capelli, ma alla fine è stata scoperta. Ora è stata condannata per frode.

La prima bugia

Qualche anno fa Toni Standen aveva confidato alle sue amiche e a un giornale locale durante un’intervista di aver scoperto di avere un cancro alle ovaie.

Ha continuato per anni con questa bugia, raccontando dettagli verosimili sulla “malattia” e rendendo partecipi della sua presunta sofferenza tutte le persone a lei care.

La donna aveva deciso di usare le sue conoscenze personali sul cancro in quanto suo padre Derek, 57 anni, era egli stesso affetto da una forma di tumore molto aggressivo.

La malattia terminale

Secondo quanto riportano i giornali inglesi, dopo qualche anno, date anche le condizioni del padre, avrebbe iniziato a dire a tutti che le mancavano pochi mesi di vita. Le sarebbe piaciuto, come ultimo desiderio, avere il matrimonio da favola che aveva sempre sognato e che il padre morente avesse la possibilità di accompagnarla all’altare.

La raccolta fondi

Amici e famigliari di Toni hanno fatto a quel punto partire una raccolta fondi sulla piattaforma online GoFundMe e sono state raccolte più di 8.000 sterline. La storia è stata messa in risalto anche per via delle interviste che la stessa 29enne ha rilasciato a vari giornali locali.

Il matrimonio

Il matrimonio con il compagno 52enne James è stato celebrato in grande stile, dapprima alla chiesa St. Bede e successivamente con un ricevimento con 150 invitati. Purtroppo il padre non era presente: era deceduto poco prima.

L’uomo aveva però lasciato un videomessaggio alla figlia che è stato proiettato durante la festa.

In seguito alla visione di questo messaggio, mentre tutti erano sconvolti e in lacrime per la commozione, Toni ha fatto un discorso impeccabile e lineare, smorzando la tensione con qualche battuta.

La coppia è andata anche in luna di miele in Turchia e successivamente in un viaggio in giro per l’Europa visitando Germania, Austria, Ungheria, Repubblica Ceca e Italia.

L’uscita allo scoperto

I primi sospetti sono nati dalle due migliori amiche della sposa, Ashlea Rowson e Jennifer Douglas.

Le due si sono accorte che Toni stava fin troppo bene per qualcuno che avrebbe dovuto essere sul punto di morte. Durante una telefonata tutte e tre assieme, Toni ha ammesso di aver finto tutto. Le due amiche hanno registrato la conversazione e hanno denunciato la ragazza per frode.

A quanto pare nessuno sapeva nulla della sua infinita e prolungata bugia, nemmeno il compagno. Tutte le persone intorno a lei si sono dette ferite nel profondo. Non solo per il dolore causato facendo credere di stare male per anni, ma anche per la presa in giro a tutte quelle persone che, accanto a lei, veramente morendo di cancro -suo padre in primis.

La condanna

La Chester Magistrates’ Court, ha condannato Toni Standen a 5 mesi di carcere e alla restituzione di 2.000 sterline a un imprenditore locale che si era commosso per la sua storia e aveva deciso di fare un’ingente donazione.

Approfondisci

Mamma 31enne muore di cancro: le avevano sospeso la chemio a causa del Covid