Cronaca

Padova, anni di abusi sulla sorellina della compagna: arrestato un 27enne

Un 27enne di Padova è stato arrestato con l'accusa di aver abusato per anni della sorella più piccola della sua compagna, minacciandola per il suo silenzio
Donna vittima di violenza sessuale

Incubo durato almeno due anni per una bambina di 12 anni di Padova. Secondo quanto emerso, la piccola sarebbe stata vittima di ripetuti abusi sessuali da parte del compagno della sorella maggiore, che l’avrebbe forzata con minacce e ricatti. Scoperto, l’uomo avrebbe tanto la fuga prima di essere arrestato.

Anni di abusi sulla 12enne: in manette il cognato

La vicende viene riportata dai quotidiani locali della provincia di Padova, teatro per 2 anni di una tremenda storia di abusi sessuali e pedofilia.

Le fonti riportano che un 27enne, all’epoca dei fatti gelataio in città, avrebbe iniziato ad abusare della 12enne sorella della compagna. I due sarebbero rimasti soli grazie alla fiducia della famiglia nei suoi confronti, tanto da affidargli occasionalmente la bambina. Proprio durante i momenti da soli, sarebbero iniziati gli abusi: l’uomo avrebbe iniziato col farle vedere alcuni film pornografici, per poi passare alle violenze vere e proprie.

Viene riportato anche che il 27enne nel mentre ha avuto una figlia assieme alla sorella della bambina abusata, cosa che avrebbe addirittura usato “contro” la 12enne per non farla parlare.

Abusi, ricatti e minacce: incubo per una 12enne

Per non farla parlare, infatti, l’uomo residente in zona Stanga a Padova utilizzava adescamenti e minacce nei confronti della bambina. Viene riportato che l’uomo avrebbe utilizzato anche la nascita della propria figlia come pretesto per nuovi ricatti; in più, avrebbe anche minacciato di uccidersi se la sorellina non avesse mantenuto il silenzio.

La bambina, però, alla fine è riuscita a rompere la spirale di violenza: la madre e la sorella maggiore avrebbero notato le eccessive confidenze del 27enne, così come l’atteggiamento rimesso della bambina.

Da qui la drammatica confessione e la denuncia nei confronti dell’uomo.

Il 27enne avrebbe tentato di fuggire

Dopo la scoperta della verità, sarebbe passato del tempo prima dello scatto delle manette. Tanto che, riportano le fonti, il 27enne avrebbe più volte avvicinato la bambina per tentare di farle cambiare idea. Quindi, poco prima dell’arresto, l’uomo che oggi lavora come corriere avrebbe anche tentato di fuggire. Ora si trova nel carcere Due Palazzi di Padova, con l’accusa di violenza sessuale aggravata.

Potrebbe interessarti