bambina abusi violenza minori

I suoi genitori l’hanno fatta picchiare, torturare e infine uccidere dai vicini di casa in quello che pare un rito religioso fai da te per purificare una bimba di 4 anni, Jessica Mast, da presunti demoni interiori. La pratica non ha avuto naturalmente alcun risultato, se non quello di aver provocato solamente la morte atroce di una piccola innocente.

Picchiata brutalmente per scacciare il “demone”

Quando la polizia è giunta sulla scena del crimine, la bambina era già morta. Sul corpo presentava numerosi lividi, bolle e fratture. Anche il fratellino di 2 anni avrebbe subito violenze, mentre il terzo figlio della coppia, un neonato, era incolume, spiega Abc News.

James Mast, il padre della piccola, ha spiegato agli agenti che lui e la moglie Mary hanno assistito al rituale senza muovere un dito, mentre i vicini picchiavano brutalmente la loro bambina. I vicini avevano infatti intimato loro di non intervenire per alcun motivo. Quando il sergente Chris Wilson gli ha chiesto “Come potete lasciare che qualcuno faccia questo alla vostra famiglia?”, Mast ha risposto che gli era stato detto che un demone viveva dentro sua moglie, perciò per purificare i figli e scongiurare la possibilità che anche loro venissero posseduti, bisognava ricorrere a metodi drastici.

Immersa in uno stagno ghiacciato

La polizia ha trovato il corpo senza vita della bambina lo scorso 20 dicembre. Lo sceriffo della contea di Benton, Eric Knox, ha spiegato alla stampa che i vicini di casa, Ethan Mast (35 anni) e Kourtney Aumen (21), hanno confessato gli abusi compiuti sulla minore. Il 19 dicembre, Aumen ha usato una cintura di pelle per colpire ripetutamente la bambina. Poi l’hanno portata in un piccolo stagno, una pozza dietro casa loro per immergerla nell’acqua gelata. Infine, sono rientrati tutti insieme a casa della vittima, dove la bambina è deceduta.

Le torture e le violenze subite dalla piccola innocente farebbero parte di un rito religioso amatoriale, una sorta di esorcismo casalingo. Le due coppie frequentano la stessa chiesa, la quale non è tuttavia coinvolta negli abusi. “Le indagini finora indicano che si tratta di un caso isolato e non delle azioni di una setta”, ha specificato lo sceriffo.

I genitori si dichiarano non colpevoli

Mary e James Mast sono stati accusati del reato di messa a rischio di minore con conseguente decesso. Per questo motivo al momento si trovano in prigione a Lincoln, nel Missouri.

Il giudice Mark Brandon Pilley ha respinto la richiesta della coppia di partecipare al funerale della figlia di 4 anni, fatta uccidere dai vicini di casa per “scacciare un demone”. La polizia ha arrestato infatti Ethan Mast (che non è imparentato con i genitori della vittima) e Kourtney Aumen con l’accusa di omicidio. I genitori della defunta si sono comunque dichiarati non colpevoli lunedì 28 dicembre, di fronte alla corte. Lo sceriffo Knox ha specificato con un comunicato ufficiale che gli altri 2 figli della coppia sono stati messi in custodia in una struttura protetta.

Approfondisci:

Tenta un esorcismo con dell’acqua bollente: papà uccide il figlio di 6 anni

Torturato in famiglia perché non ricorda la Bibbia a memoria, muore a 7 anni