bambina a terra

A Satka, cittadina russa sui monti Urali, una bambina di 3 anni, Angelina, è morta di freddo durante la notte. Stando alle prime ricostruzioni, la bambina, durante un episodio si sonnambulismo, si sarebbe alzata dal suo letto durante la notte, e, in maniera del tutto inconscia, si sarebbe recata in una parte della casa non riscaldata, morendo assiderata. La temperatura si aggirava intorno ai -15 gradi. 

Il corpo è stato trovato la mattina dopo 

A trovare la piccola Angelina senza vita è stata la madre. La donna, dopo essersi svegliata, ha raccontato di essere andata in camera della piccola per svegliarla ma, non trovandola, ha iniziato a cercarla per tutta la casa fino a trovarla sdraiata a terra senza vita nel corridoio d’ ingresso dell’ abitazione.

Accorgendosi subito della gravità della situazione, i due hanno chiamato immediatamente i soccorsi, ma ogni tentativo di rianimare la piccola è stato vano. 

I genitori non si sarebbero accorti di nulla

Stando a quanto riportato dal Daily Mail, i genitori della bambina non si sarebbero accorti di nulla: “Ho messo a letto Angelina e si è addormentata prima di mezzanotte.

Io e mio marito abbiamo guardato un po’ di TV e poi siamo andati a letto anche noi”- ha dichiarato la madre della vittima alle autorità. Infatti, stando anche a quanto ricostruito dai genitori stessi, la bambina, una volta scesa dal letto, avrebbe iniziato a vagare per la casa senza fare alcun tipo di rumore. Dunque nessuno dei due genitori si sarebbe accorto della piccola fuori dalla sua stanza. “Quando ci siamo svegliati la mattina dopo, non l’abbiamo trovata nel suo letto. L’abbiamo cercata e l’abbiamo trovata all’ingresso.

Era sdraiata sul pavimento.”

La bambina aveva già presentato attacchi di sonnambulismo

I genitori erano al corrente dei problemi della figlia legati al sonnambulismo. Infatti la piccola aveva già avuto degli episodi simili, ma i genitori erano riusciti a gestirli nel migliore dei modi, riportando la piccola nel suo letto. Questa volta, purtroppo per la famiglia, anche a causa delle bassissime temperature che si registrano in questo periodo nella zona, le cose sono andate diversamente, e la piccola è morta assiderata.  

Genitori indagati: rischiano 2 anni di carcere

Sul caso è stata immediatamente aperta un’ inchiesta da parte delle autorità competenti, che hanno subito disposto l’affidamento ai servizi sociali dell’altro figlio della coppia.

Per gli inquirenti, ci sarebbero dei dettagli poco chiari nel racconto dei genitori. L’accusa nei loro confronti è di omicidio e noncuranza nei confronti della piccola. Per questo tipo di reato, la pena in Russia è di 2 anni di reclusione. Ovviamente, per avere la conferma della morte da assideramento, bisogna ancora aspettare il risultato dell’autopsia. 

Il fenomeno è molto comune nei bambini 

Al contrario di quanto si può pensare, il sonnambulismo è una malattia piuttosto comune, soprattutto nei bambini.

In una ricerca condotta da un team di scienziati dell’ospedale del Sacro Cuore di Montreal e pubblicata su Jama Pedriatics, sono stati presi in esame quasi 2.000 bambini nati nel 1997-98 e supervisionati tra 1999 e 2011. Il risultato della ricerca è che un terzo dei bambini che vanno dai 2 anni e mezzo ai 13 anni, è affetto da sonnambulismo.

Sempre nella ricerca si evidenzia come il sonnambulismo sia una malattia in gran parte ereditaria, dunque la sua radice genetica è molto forte. Infatti più del 60 per cento dei bambini lo sperimentano se entrambi i genitori sono stati sonnambuli da piccoli.

Approfondisci

https://www.thesocialpost.it/2019/08/21/padova-sonnambula-esce-nuda/