volante della polizia

Dramma a Caserta, dove un uomo ha accoltellatelo il figlio dopo una lite, colpendolo ai polmoni. Il ragazzo, 33enne, è Giuseppe Joseph Capriati, noto dj e produttore musicale che dalla Spagna era tornato a casa per il lockdown.

Accoltella il figlio dopo una lite

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, tutto è accaduto in pochi attimi durante un diverbio familiare nato per futili motivi nella serata di venerdì. Un diverbio degenerato non solo nei toni portando il padre, un uomo di 61 anni, ad accoltellare il figlio. Con un coltello da cucina ha trafitto il 33enne al petto mancando il cuore di pochi centimetri.

Il 33enne è stato trasportato presso l’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta dove, viste le gravi condizioni, è stato sottoposto ad un importante intervento chirurgico. Nel colpirlo, il 60enne ha lesionato il polmone del figlio, che ha perso molto sangue al punto da necessitare una trasfusione.

Le indagini sono condotte dalla Squadra Mobile di Caserta, insieme alle volanti e alla scientifica. Il 61enne padre del giovane, agente di polizia penitenziaria in pensione è stato arrestato e si trova ora presso il carcere militare di Santa Maria Capua Vetere; l’accusa è di tentato omicidio, lunedì 11 si terrà l’udienza di convalida.

Non è in pericolo di vita

Secondo quanto riferito dall’agenzia del dj, Parallel, su Facebook, dopo un giorno in prognosi riservata, Capriati non è in pericolo di vita. Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Caserta, Carlo Marino, che ha confermato le condizioni del giovane.

Chi è Joseph Capriati

33 anni dj e produttore musicale di fama internazionale, Joseph Capriati è un volto noto della musica techno che fino all’inizio di dicembre viveva in Spagna.

Vista la situazione di stallo dettata dall’epidemia di Covid-19 aveva deciso di tornare a casa a Caserta. Nel lungo periodo di stop ha prodotto un nuovo album del quale andava molto fiero. Una passione, quella di Capriati, iniziata a soli 11 anni e che lo ha portato a girare il mondo.