lina sastri

L’attrice ha comunicato la notizia sui suoi profili social: l’amato fratello Carmine l’ha lasciata, ucciso dal male che da quasi un anno ormai, affligge il mondo intero, il Covid-19. L’uomo era un ristoratore molto noto nella zona del campano. Il suo ristorante, La casa di Ninetta, era un luogo di ritrovo per artisti e teatranti, amici della sorella.

Il messaggio di addio all’amato fratello

Nelle scorse ore, Lina Sastri ha annunciato sui suoi profili Facebook e Instagram la dipartita del fratello Carmine. L’uomo aveva contratto il virus a dicembre e da settimane lottava per guarire. Per dirgli addio, la donna ha scritto parole profonde, frutto di una vita passata al suo fianco.

“Mio fratello Carmine ci ha lasciato. Il Covid assassino lo ha vinto -annuncia la donna, prima di ricordare – Ma Carmine non può morire”. Poi parla di lui, della sua personalità sempre allegra, delle sue aspirazioni e lo ricorda affettuosamente, promettendo di farlo per sempre. “Ogni rischiosa azione lo ricorderà”, aggiunge facendo riferimento allo spirito innovativo dell’uomo, che aveva collezionato esperienze nel mondo intero, prima di far ritorno nella sua Napoli.

Lina Sastri annuncia via social la morte del fratello Carmine.

Fonte: Instagram

Qui, aveva aperto i locali che lo avevano reso noto e l’attrice assicura “creerà un ristorante in cielo”, manifestando la speranza che questa sua passione per la gastronomia tradizionale napoletana lo accompagni anche in nel suo nuovo viaggio.

Lina Sastri portavoce dei parenti delle vittime del virus

Dopo aver speso tenere parole in memoria di una delle persone più importanti della sua vita, l’attrice ha condiviso su Facebook la sua amarezza per l’attuale situazione. Come più volte evidenziato dai parenti delle vittime di Covid in questi mesi, l’impossibilità di salutare un’ultima volta i propri cari defunti provoca infatti un dolore straziante.

“Questo virus assassino che toglie il rispetto e la dignità ai morti” inizia Lina Sastri, pensando a chi, come suo fratello, ha vissuto gli ultimi attimi della sua esistenza in completa solitudine, senza la compagnia delle persone amate. “È un flagello terribile. Un castigo dal cielo” ha dichiarato la donna, facendosi portavoce del disagio di molte persone.

Lina Sastri si sfoga su Facebook per la morte del fratello.
Fonte: Facebook

Mostra rammarico per non aver potuto accarezzare il fratello un’ultima volta e poi ammette di cercare rifugio nella preghiera, non nascondendo la sua fede religiosa, della quale talvolta parla nei suoi post.

Chi era Carmine Sastri

Carmine Sastri era il fratello maggiore dell’attrice Lina e aveva 73 anni. Nella vita aveva viaggiato molto: dapprima in America e in seguito in Germania, dove aveva vissuto e lavorato a lungo. Qui aveva aperto il suo primo locale, ad Hannover e poi, trasferendosi nuovamente, aveva aperto un’attività a Londra. Ritornato in Italia, aveva aperto un locale a Capri e poi nell’amata Napoli, dove da anni viveva ormai stabilmente. Qui aveva aperto Il Bagatto, primo locale gay nella storia della città partenopea.

L’ultima e forse più importante apertura era stata quella del ristorante La casa di Ninetta, ispirato alla tradizione culinaria napoletana. Questo luogo era divenuto il ritrovo di artisti e musicisti, molti dei quali conosciuti tramite la sorella Lina.