In massa i cittadini che affollano i treni in partenza da Milano per il Sud Italia la nuova fuga senza controlli di sicurezza sanitaria e igienica

Come per ogni Dpcm, arrivano anche le Faq aggiornate sul sito di palazzo Chigi per tutti i cittadini che hanno bisogno di risposte alle domande giornaliere che sorgono riguardo al dpcm del 16 gennaio.

Le seconde case

Importante novità per questo ultimo Dpcm: si può andare nella propria seconde casa, anche se questa si trova regione, se si tratta di zona rossa o di zona arancione.

Dal 16 gennaio 2021, le disposizioni in vigore consentono di fare “rientro” alla propria residenza, domicilio o abitazione, senza prevedere più alcuna limitazione rispetto alle cosiddette “seconde case”“, si legge sul sito del Governo.

Quindi è possibile raggiungere le seconde case anche se si trovano in “un’altra Regione o Provincia autonoma (e anche da o verso le zone “arancione” o “rossa”), solo a coloro che possano comprovare di avere effettivamente avuto titolo per recarsi nello stesso immobile anteriormente all’entrata in vigore del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2“. Attenzione però, la casa in cui ci si reca non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare convivente.

Gli spostamenti

Nodo principale di tutti i Dpcm resta quello degli spostamenti, da limitare sempre per impedire la diffusione della pandemia da Covid-19.

Il transito nelle aree con restrizioni come quella arancione o gialla è consentito “esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità (per esempio l’acquisto di beni necessari) o motivi di salute“. Tutti gli spostamenti che hanno come giustificazione quella del turismo in un’altra Regione o Provincia autonoma, invece, non sono consentiti fino al 15 febbraio 2021 compreso.

Lo sport e lo spostamento tra Comuni

Lo sport resta sempre un nodo cruciale, soprattutto da quando, ormai quasi 1 anno fa, le palestre sono state costrette alla prima chiusura.

Nell’area rossa è consentito svolgere l’attività sportiva solo all’interno del proprio Comune, ma è possibile “nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza“. Le passeggiate, come sempre, sono ammesse esclusivamente in prossimità della propria abitazione.

I funerali

Si può partecipare alle funzioni religiose rispettando le norme a cui ormai siamo abituati.

Per quanto riguarda i funerali di un parente, è possibile spostarsi anche in altre Regioni a prescindere dal colore. “La partecipazione a funerali di parenti stretti (per tali potendosi ragionevolmente ritenere almeno quelli fino entro il secondo grado) o di unico parente rimasto” è possibile “nel rispetto di tutte le misure di prevenzione e sicurezza, costituisce causa di necessità per spostamenti, anche tra aree territoriali a diverso rischio e con discipline differenziate per il contrasto e il contenimento dell’emergenza da Covid-19“.

Approfondisci

TUTTO sul CORONAVIRUS

Vaccino Covid, Pfizer invia meno dosi del previsto all’Italia: cosa sta succedendo

Covid, ospedale costruito in tempo record in Cina: sorge in 5 giorni, primo di 6 strutture