auto della polizia

Dramma a Rotondella, provincia di Matera, dove un uomo di 46 anni è morto e un altro si trova in gravi condizioni a seguito di un accoltellamento in strada. Secondo le prime informazioni, i due sarebbero grandi amici e sono stati ritrovati entrambi riversi a terra in un lago di sangue. Sul caso indagano polizia di stato e locale.

Accoltellati in strada

I fatti risalgono alla prima mattina di sabato 23 gennaio, due uomini sono stati ritrovati a terra nelle strade del rione Cervaro, a Rotondella, provincia di Matera. Cristian Tarantino, ingegnere di 46 anni è morto, grave l’amico il 45enne Antonio Favale, operatore ecologico.

Al momento gli inquirenti sono a lavoro per ricostruire la dinamica dei fatti, sono diverse le piste aperte.

Secondo le prime testimonianze, riportate da alcune testate locali, i due sarebbero stati visti litigare furiosamente in strada. Una delle piste battute è infatti quella che i due si sarebbero accoltellati a vicenda. Tarantino lascia moglie e due figli, Favale invece è ricoverato in gravissime condizioni, e vive con la madre anziana e il fratello.

L’ipotesi di una terza persona

Gli inquirenti non escludono l’ipotesi che entrambi gli uomini siano stati aggrediti da una terza persona; fondamentale saranno le immagini immortalate dalle videocamere di sorveglianza.

Al momento però non sarebbero stati ritrovati riscontri che segnalerebbero la presenza di una terza persona.

Antonio Favale si trova ricoverato presso l’ospedale di Polcoro, è stato necessario l’intervento dell’eliambulanza per il trasporto in ospedale.

I due erano grandi amici

Cristian Tarantino e Antonio Favale erano amici stretti, da chi li conosceva, la loro amicizia è stata definita quasi fraterna. L’intera comunità è chiusa nel dolore e nello sgomento. La cittadina che conta 2500 abitanti, si è espressa nelle parole del sindaco Gianluca Palazzo: “È un incubo, ci sono solo sgomento ed incredulità.

Siamo sconvolti, non riesco a dare alcuna spiegazione a questo gravissimo episodio”.