Can Yaman a C'è posta per te

La terza puntata di C’è posta per te inizia con un ospite d’eccezione, Can Yaman, venuto per incontrare Achiropita, che ha voluto fare un regalo alla zia Maria, sorella della mamma.

Achiropita ha 22 anni e ha tre fratelli, hanno perso la mamma 2 anni fa a seguito di una terribile malattia che l’ha consumata in 3 anni. La zia si è presa cura di tutti loro fin da subito, prendendo in mano le redini della famiglia e per questo Achi (come la chiama la zia) ha deciso di ringraziarla in modo speciale con un regalo e parole d’affetto.

La storia di Achiropita

Achiropita ha perso la mamma giovanissima e da allora il mondo è cambiato.

Da quando è morta mamma, anche se sono passati anni è come se fosse il primo giorno. (…) Non c’è più chi ti sveglia, chi ti prepara la colazione, qualcuno con cui parlare degli esami dell’università(…)” .

Noi siamo quattro figli e viviamo a immagine e somiglianza di mamma” racconta Achi tutti, accolti nell’amore della zia Maria.

L’ultima mano che ha stretto mia mamma è quella di mia zia, mentre zia teneva stretti noi dicendole di non preoccuparsi perché da quel momento ci sarebbe stata lei”.

L’incontro negli studi di C’è posta

Maria arriva in studio e, come vede la nipote, si commuove: “Io non penso che al mondo esistano due sorelle, più legate, più complici di come eravate tu e la mamma” dice la giovane.

Tu sei una zia dai super poteri. (…) Ho vissuto i miei primi 20 anni sotto l’ala di due mamme affettuose. (…) Se sono sopravvissuta alla fine è perché ho te che mii ricordi lei. E da stasera tu hai me anche se non sarò mai lei”.

Queste alcune delle parole dette da Achiropita alla zia in studio, poi la lettera letta da Maria De Filippi. “Mi dici sempre che sono la gioia di zia Maria e non sai quanto mi piace questa cosa, perché mi fai sentire ancora piccolina”.

Can Yaman infiamma lo studio

A quel punto arrivato il momento della sorpresa per zia Maria, “Pronta a svenire? Sta per entrare il grazie più bello del mondo”. L’ingresso di Can Yaman ha riacceso le fan in studio che fin dal suo arrivo si erano accese. La storia di Maria e Achiropita ha commosso l’attore che, in un certo senso, ci si è rivisto.

Sono seduto accanto a un angelo, anche io sono stato cresciuto dalle nonne. Mi hanno fatto crescere mentre i miei genitori lavoravano. La vostra storia mi emoziona quando penso al mio passato. Le donne sono importantissime. Sarei una nullità se non ci fossero state quelle donne nella mia vita”.

Ho sentito che hai una grande passione per la mia serie. Vedo tanta gente che ha tanta tristezza nella vita e io sono diventato una persona che porta gioia nella vita degli altri e questo è un affetto reciproco”.

L’attore ha portato dei bicchieri di té turchi, scherzando ha detto alla donna: “Sarebbe bello berlo insieme poi”. “A volte penso che voglio smettere di fare l’attore. Io ero avvocato, ma come attore so di toccare le vite, così dimentico l’idea di smettere” ha detto ancora, regalando alla donna due pietre di luna come portafortuna, insieme ad un ciondolo con la foto della sorella e un cellulare con il suo numero di cellulare.

Una volta aperta la busta, il pubblico è andato di nuovo in delirio quando Can Yaman si è tolto la giacca per regalarlo a Maria, restando in canotta.

Achiropita ha voluto dire ancora una cosa alla zia: “Io vorrei che tu ti aprissi un po’ di più con me, anche se non sono brava come mamma ad ascoltarti, io ci sono”.

Approfondisci:

TUTTO SU C’E POSTA PER TE