Marco Ferrazzano Scomparso

È uscito di casa dicendo che sarebbe andato a fare un semplice giro nei dintorni, ma non è più tornato. Marco Ferrazzano è scomparso lo scorso venerdì 22 gennaio e la sua famiglia sta cercando in tutti i modi di rintracciarlo. Al momento della scomparsa, il ragazzo non portava con sé il cellulare, né i documenti.

Esce per una passeggiata, ma non torna più a casa

Erano circa le 15 dello scorso venerdì 22 gennaio, quando Marco Ferrazzano è uscito di casa per fare una passeggiata, dicendo alla madre che sarebbe rientrato nel giro di un’ora. Come riportato dalla sorella Miriam all’agenzia ANSA, il ragazzo sarebbe “uscito di casa dicendo che avrebbe raggiunto un amico, ma da allora si sono perse le sue tracce”.

Marco Ferrazzano ha 28 anni, ha gli occhi e i capelli castani ed è alto 185 cm. Il giorno della scomparsa indossava un giubbotto blu scuro con cappuccio, un maglione blu scuro con una scritta bianca sul retro, un paio di jeans chiari con degli strappi all’altezza delle ginocchia e delle scarpe nere.

Marco è in un periodo difficile, ha bisogno d’aiuto

Pochi giorni prima del 22 gennaio, il suo cellulare era stato rubato. Per questo motivo, quando è uscito di casa, lo scorso venerdì pomeriggio, non portava con sé il suo smartphone.

Inoltre, quel pomeriggio non aveva nemmeno i documenti d’identità. Come riportato dalla famiglia, Marco sta vivendo un periodo difficile e potrebbe perciò avere bisogno di aiuto. Si valuta la possibilità che il giovane sia salito su un treno, per raggiungere una sorella che abita a Verona.

L’appello della mamma a Chi l’Ha Visto?

La famiglia di Marco si è rivolta a Chi l’Ha Visto?, nella speranza di poter diffondere la notizia della sua scomparsa e di poterlo abbracciare il prima possibile. Nel corso dell’ultima puntata della trasmissione, la signora Enza, madre di Marco Ferrazzano, ha lanciato un accorato appello al ragazzo.

Marco, torni a casa? Adesso è il tuo compleanno, il primo febbraio!”, le parole che la donna ha rivolto direttamente al figlio, nella speranza che il suo messaggio arrivi direttamente a lui. “Vieni che facciamo la festa” , la promessa della madre, poco prima di lasciarsi andare a un pianto disperato. Poi Enza ha parlato ancora a Marco, nominandolo più volte e esortandolo a ritornare.

Il passaparola via social, per trovare Marco

Nelle scorse ore, Miriam Ferrazzano, la sorella del ragazzo scomparso, ha dato il via a una serie di iniziative via Facebook, per ampliare il più possibile la ricerca di Marco.

La ragazza ha pubblicato una foto del fratello, vestito con gli stessi abiti che indossava nel pomeriggio del 22 gennaio, per facilitarne il riconoscimento. Miriam ha chiesto che vengano segnalati eventuali avvistamenti e che l’immagine venga condivisa il più possibile.

Sempre la ragazza, ha creato la pagina Facebook Marco Ferrazzano torna a casa, sulla quale condivide immagini e notizie sul fratello. “Se lo hai visto, contatta le forze dell’ordine e segnala il luogo del suo avvistamento- suggerisce la ragazza in uno dei primi post- se lo vedi, fermalo, parlaci, digli che la sorella, il papà, la mamma non vedono l’ora di riabbracciarlo.

Nell’ultimo post pubblicato, Miriam Ferrazzano fa sapere che il ragazzo era agitato nelle ultime ore passate in casa, “per via del furto del telefono avvenuto il giorno prima”. La sorella parla inoltre delle “problematiche psichiche” di cui Marco soffriva da qualche tempo, motivo della sua attuale fragilità.

Le parole dello zio e la terrificante ipotesi

Lo scorso 26 gennaio, un’altra persona molto vicina a Marco Ferrazzano ha lanciato un appello pubblico. Si tratta dello zio del ragazzo, che ha parlato ai microfoni del TGR Puglia.

L’uomo spera che il nipote possa ritornare a casa e ammette la preoccupazione per Marco, che a causa della sua patologia psichica, deve assumere dei farmaci. “È un ragazzo molto fragile, non si è mai allontanato per così tanto tempo– racconta lo zio in pensiero per il giovane- lui prende anche delle compresse”. Pensa poi al momento in cui Marco sarà di nuovo con loro e promette che la famiglia si impegnerà a “stargli più vicino, fare tante cose che non abbiamo fatto in questo periodo”.

Dal servizio del TG regionale, emerge la possibilità che Marco si sia allontanato anche a causa del furto subito, nelle ore immediatamente precedenti al suo allontanamento.

Considerando la presenza della stazione ferroviaria nella città di Foggia, è stata valutata l’ipotesi che Marco abbia pensato di dirigersi in treno verso Verona, dove abita una sorella. Un secondo e ben più allarmante sospetto è tuttavia emerso poco dopo la scomparsa di Marco. Un’ora dopo il momento in cui si sono perse le sue tracce, infatti, un uomo è stato investito da un treno a 4 km da Foggia. Il corpo rinvenuto è irriconoscibile e si attendono quindi i risultati del Dna, per comprendere se il cadavere corrisponde a Marco Ferrazzano.

Nel frattempo, continuano le ricerche di familiari e amici, che diffondono senza sosta le immagini di Marco.