volante dei carabinieri

La drammatica notizia arriva da un piccolo comune italiano in provincia di Catania, in Sicilia, Mascali. Secondo quanto riportato dalla cronaca locale al centro di questa violenta vicenda ci sarebbe una donna di 49 anni che avrebbe aggredito con un martello e un coltello il marito 68enne.

Catania: la gelosia per una foto trovata sul telefono

A scatenare la cieca ira della donna sarebbe stata una fotografia ritrovata sul cellulare del marito. Non è chiaro né dato sapere la verità su quella fotografia: uno scatto ritraente una vecchia e presunta ex fidanzata dell’uomo, un 68enne, come lui stesso aveva giustificato alla moglie.

Una versione che però non avrebbe convinto la donna che aveva ritrovato quello scatto sul cellulare dell’uomo, tra vecchie fotografie in memoria. Ascoltate le giustificazioni del compagno la donna però non gli avrebbe affatto creduto e in preda alla gelosia, avrebbe agito.

Accoltellato e preso a martellate

Aspettato che la figlia uscisse di casa, è scoppiata l’ira della 49enne, una scenata gelosia sfociata in dramma e che avrebbe potuto avere terribili conseguenze. Impugnando prima un martello e poi un coltello da cucina con una lama di 20 cm, la donna si è avventata sul 68enne colpendolo ripetutamente.

Arrestata la 49enne per tentato omicidio e maltrattamenti

Quando gli agenti e i soccorsi sono arrivati sul luogo sono immediatamente corsi in aiuto dell’uomo. Trasferito in ospedale, diversi i traumi riscontrati dai medici tra cui un trauma cranico e una grave ferita all’emitorace sinistro in aggiunge alle numerose ferite rintracciate sul resto del corpo. Al momento la donna è stata fermata e arresta dai Carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di Giarre e gravano su di lei ora le accuse di tentato omicidio e maltrattamenti contro i familiari.

Approfondisci

Omicidio Roberta Siragusa, l’amica della ragazza: “Lei aveva paura”

Tropea, bare aperte e cadaveri distrutti al cimitero: “Scene raccapriccianti”

Bimba morta per presunta sfida su Tik Tok: analizzato il telefono di Antonella