brittany cormier beaux cormier

Tragedia in Louisiana, dove secondo le fonti ufficiali una madre, Brittany Cormier, sarebbe stata uccisa insieme alla vicina, Hope Nettleton, da un sicario. Le due sono morte nel tentativo di salvare la figlia di Brittany, obiettivo principale del killer. In particolare, quest’ultimo avrebbe agito su commissione da parte del fratello della vittima, Beaux Cormier, già sotto accusa per aver violentato nel marzo scorso la nipote. Cormier avrebbe infatti incaricato l’uomo di uccidere la ragazza.

Il movente

Nella notte del 13 gennaio, Brittany Cormier e la vicina Hope Nettleton, sono state uccise a colpi d’arma da fuoco da un sicario.

Il vero obbiettivo del killer era tuttavia la figlia di Brittany. Questa avrebbe dovuto testimoniare in aula contro il fratello della madre, Beaux Cormier, per una presunta violenza sessuale subita nel marzo precedente. Sarebbe stato proprio il fratello della vittima a commissionare l’omicidio della nipote, offrendo una ricompensa in denaro ai suoi due amici, Andrew Eskine e Dalvin Wilson, affinché uccidessero la ragazza.  

L’omicidio

Secondo quanto riportato dalla procura, Wilson si sarebbe presentato armato a casa di Brittany Cormier, chiedendo insistentemente della figlia.

A quel punto, la madre, conscia di cosa stesse per accadere, ha finto di essere lei la vittima dello stupro e Wilson le ha sparato. Tra le vittime del killer rientra anche la vicina della vittima, Hope Nettleton. Questa era intervenuta per cercare di fermare l’aggressore.

La condanna

In seguito all’arresto, i due sicari hanno confessato di aver agito su commissione del fratello della vittima, Beaux Cormier. Sebbene Wilson abbia agito da solo, l’accusa riguarda anche Eskine. In particolare, quest’ultimo avrebbe messo a disposizione la sua auto per la fuga una volta completato l’omicidio.

 Per i tre, come sottolineato dal procuratore distrettuale Joseph L. Waitz jr, l’accusa è di omicidio di primo grado. Rischiano la pena di morte.

(In alto: foto di Brittany Cormier da Facebook, foto di Beaux Cormier da Terrebonne Parish Sheriff’s Office)