call zoom filtro gattino

Durante una videoconferenza con i suoi colleghi su Zoom l’avvocato statunitense Red Ponton non si è accorto di aver attivo il filtro di un felino al posto della sua faccia. Il filmato è subito diventato virale e ha fatto il giro del web.

L’avvocato nel panico: “Non so come rimuoverlo”

Il fatto divertente è accaduto durante un’udienza del tribunale distrettuale giudiziario del Texas su Zoom. Appena iniziata la videochiamata, però, subito è saltato all’occhio qualcosa di strano: il procuratore Red Ponton non si accorge di aver lasciato attivo un filtro dalle impostazioni video che l’ha trasformato in un micetto dall’espressione corrucciata.

Subito il giudice Roy Ferguson glielo fa notare. “Non so come rimuoverlo, ho la mia assistente qui e lei sta cercando di…. Sono pronto ad andare avanti”. Si scusa cercando invano di disattivare il filtro. Poi, continua precisando in modo buffo: Sono qui dal vivo. Io non sono un gatto“. Il giudice ha immediatamente replicato: “Posso vederlo“. Le parole hanno fatto subito il giro del web e la loro videochiamata è diventata memorabile.


In questo periodo di pandemia da Covid-19 molti lavoratori si sono cimentati nel mondo dello smartworking e a volte capita che ci siano difficoltà legate alla poca dimestichezza con le tecnologie.

A strappare una risata nonostante il momento che stiamo passando ci ha pensato l’avvocato. Infatti, sia lui che i suoi colleghi hanno preso con leggerezza e ironia l’accaduto. “Se riesco a far ridere il paese per un momento in questi tempi difficili, sono felice di lasciare che lo facciano a mie spese“, ha dichiarato.

Il giudice della call: “Gestito con dignità”

Il giudice Roy Ferguson dopo l’udienza ne ha approfittato per lanciare su Twitter un consiglio sull’utilizzo di Zoom: “Se un bambino ha usato il tuo computer, prima di partecipare a un’udienza virtuale controlla le opzioni di zoom video per assicurarti che i filtri siano disattivati”.

Ma ha poi aggiunto “Questi momenti divertenti sono un sottoprodotto della dedizione della professione legale per garantire che il sistema giudiziario continui a funzionare in questi tempi difficili. Tutte le persone coinvolte lo hanno gestito con dignità e l’avvocato ha mostrato una vera professionalità”.

Guarda il video: