Selvaggia Roma

Il piccolo schermo non è più sufficiente a contenere la personalità di Selvaggia Roma. Non priva di bufere mediatiche, la carriera della showgirl si è divisa tra Temptation Island e Grande Fratello, ma il 2021 può essere l’anno della svolta. Pronta a imbarcarsi in una nuova avventura, Selvaggia sarà il volto di un docu-film diretto da un grande regista. Ma non solo: la Roma ha deciso di abbandonare il suo alter-ego per ritornare semplicemente “Sabrina”.

Selvaggia Roma attrice per Castellari

Selvaggia non ha mai tenuto nascosto il suo desiderio di recitare e, con l’intraprendenza che la contraddistingue, ha fatto sì che non rimanesse solo un sogno nel cassetto.

Uscita dalla Casa del Grande Fratello Vip, riportano le fonti, si è subito messa a studiare: seguita e guidata dal regista teatrale Luciano Bottaro, l’ex gieffina ha intrapreso un percorso di recitazione. Non ci è voluto troppo tempo per arrivare sul grande schermo. A chiamarla, nella sua prima esperienza da attrice, è nientemeno che il regista Enzo G. Castellari, famoso tanto in Italia quando fuori dai confini nazionali.

Amato persino da Quentin Trantino, di cui il regista americano ha citato il capolavoro “Quel maledetto treno blindato” come titolo originale del suo Inglorious Basterds (il titolo estero di Castellari era infatti Inglorious Bastard).

Il regista 83enne dirigerà la Roma in un docu-film intitolato “Napule.

Selvaggia Roma e il regista Enzo G. Castellari
Selvaggia Roma e il regista Enzo G. Castellari

Napule: sognando Netflix

Il titolo lascia poco all’immaginazione, almeno per quanto riguarda il soggetto principale del film. “Racconta i contrasti tra la Napoli ‘bene’ del Vomero a quella più degradata e periferica di Scampia” riporta Adnkronos, che ha strappato un’intervista alla neo-attrice. “Sono da sempre innamorata di Napoli e dei napoletani che mi hanno accolto con grande affetto e calore – racconta Selvaggia all’agenzia – Sento Napoli ormai come la mia città“.

E nel dedicare qualche parola al regista, la ragazza sogna a occhi aperti Netflix:  “Sono onoratissima di lavorare con un mostro sacro della cinematografia italiana e internazionale come Enzo G. Castellari che sicuramente, apportando il suo spessore incredibile, potrebbe rendere più reale il mio sogno di approdare su Netflix, magari proprio con questo nostro lavoro“, le sue parole.

Selvaggia, “una giovane promettente”

Adnkronos riporta anche le parole del regista Castellari, che di Selvaggia dice: È una ragazza sensibile, piena di entusiasmo e voglia di fare.

Si sta impegnando molto nonostante sia una debuttante. Ha una grande voglia di ascoltare ed eseguire e per me è anche un piacere poter dirigere una giovane promettente come lei“. Castellari si complimenta anche su Instagram dove, attraverso le storie di Selvaggia, dice: “Ragazzi, io ho la fortuna, l’opportunità e la grandiosa felicità di fare un film con questa signora. Se qualcuno rosica, che rosicasse“.

Selvaggia Roma ed Enzo Castellari
Le storie con Enzo G. Castellari

Addio “Selvaggia”: il vero nome della Roma

Grazie a questa opportunità, Selvaggia pare voler dare una svolta totale e presentarsi al grande pubblico con il suo vero nome.

Si spoglia quindi del personaggio e si affaccia al nuovo mondo come Sabrina, suo nome di battesimo. Prima di entrare a far parte della realtà televisiva, infatti, la Roma era conosciuta come Sabrina Haddaji. Il cognome, che ricorda le sue origini tunisine, non è però nuovo ai più attenti. Appena prima dell’approdo a Uomini e Donne, infatti, aveva preso parte ad alcuni spot pubblicitari molto famosi in Giappone. Abbandonata definitivamente l’identità di Sabrina, aveva poi adottato lo pseudonimo di Selvaggia Roma per partecipare a Temptation Island nel 2017.

Approfondisci

TUTTO su Selvaggia Roma

GF Vip, Francesco Chiofalo demolisce l’ex Selvaggia Roma: “Mai abbandonata dal padre”

GF Vip, Selvaggia Roma sotto accusa: spuntano audio compromettenti