Mina Settembre

Dopo lo straordinario successo della prima stagione, Mina Settembre tornerà sul piccolo schermo. A confermare le indiscrezioni è intervenuto Fabrizio Cestaro, sceneggiatore della serie: “Mina Settembre 2 si farà. Siamo al lavoro da diversi mesi. Sostanzialmente tutte le storie sono già definite” ha commentato l’head writer della serie.

Mina Settembre e il successo della prima stagione

Mina Settembre è una serie televisiva italiana diretta da Tiziana Aristarco e tratta dai racconti di Maurizio de Giovanni. La protagonista si chiama Gelsomina (Mina), assistente sociale presso un consultorio familiare nel centro di Napoli.

In seguito alla separazione dal marito Claudio, Mina torna a vivere a casa della madre Olga. Profondamente innamorata della sua professione, cerca quotidianamente di assistere i pazienti che si presentano da lei in cerca di supporto psicologico. Ad affiancarla è Domenico, il nuovo ginecologo del consultorio, con il quale la protagonista sembra avere un feeling non indifferente. Questa, interpretata da Serena Rossi, è entrata in poco tempo nei cuori degli italiani. I numeri sono da capogiro: in totale ha raggiunto all’incirca 6 milioni di spettatori. 

Seconda stagione: quando andrà in onda

Dopo le innumerevoli indiscrezioni circa la realizzazione di una seconda stagione, è intervenuto per Fanpage Fabrizio Cestaro, sceneggiatore della serie: Mina Settembre 2 si farà.

Siamo al lavoro da diversi mesi. Sostanzialmente tutte le storie sono già definite”. L’Head writer della serie ha poi rivelato che questa andrà in onda molto probabilmente nei primi mesi del 2022.

Il cast

Per ciò che concerne il cast, Cestaro ha escluso particolari rinnovamenti: “Rivedrete proprio tutti gli attori da Serena Rossi, ovviamente, a Giuseppe Zeno, Giorgio Pasotti fino a Davide Devenuto. Non ci sono dubbi.

Devo dire che il cast è stato fatto veramente bene. Sono tutti bravissimi”.

In seguito, ha commentato così il successo riscosso: “devo essere sincero, un po’ lo speravamo. Ci tenevamo tanto. Quasi tutti gli sceneggiatori sono napoletani come me e ci piaceva che venisse fuori l’amore che proviamo per Napoli raccontandola in un modo che finora si era visto poco in televisione. Certo, nessuno fa finta che sia una città idilliaca, però ti comunica amore sia quando la visiti che quando ci vivi. Ti appartiene, ti entra dentro”, ha concluso Cestaro.