cantante mascherato finale

Il Cantante Mascherato ha chiuso la seconda stagione con una puntata finale ricca di colpi di scena, a partire dai duetti annunciati da Milly Carlucci che hanno rimescolato le carte in mano ai giudici. Ospiti della serata, oltre a Cristina D’Avena e Rita Pavone, c’erano anche Red Canzian e Anna Tatangelo. Proprio questi ultimi due hanno creato confusione in quanto, giudici, pubblico e investigatori erano più che convinti che fossero loro a nascondersi dietro le maschere di Farfalla e Pappagallo.

Nel corso della serata sono state smascherate tutte le maschere, a sorprendere, oltre alle identità del primo e del secondo classificato, c’è stato il Lupo che fino alla fine si è divertito a confondere i giudici sulla sua identità.

Cantante Mascherato: chi è Lupo

Terzo classificato della seconda edizione del Cantante Mascherato è stato Lupo e dietro la maschera, dopo settimane di indizii e tentativi di identificare il personaggio misterioso, c’era Max Giusti.

Lupo ha fatto un meraviglioso itinerario fino a qui” ha detto Milly Carlucci al momento dello smascheramento, prima di buttare giù la maschera, la revisione degli indizi e le ultime conferme ecco lo svelamento. Al momento del giù la maschera, Max Giusti con un sorriso smagliante ha subito commentato: “Che gioia” in rifermento all’esperienza e a tutto il gioco messo in scena per confondere i giudici.

Cantante Mascherato: Max Giusti era il Lupo

Max Giusti non è un Lupo cattivo. (…)Tra tutte le persone con cui ho lavorato è la più buona” ha commentato Costantino Della Gherardesca, scherzando poi su quella sottile cadenza campana che li ha confusi fino alla fine. “Che ti devo dire – ha commentato Max Giusti- mia mamma è sarda, mio papà è marchigiano io c’ho due città che m’hanno dato tutto, oltre a Roma, una è Milano e l’altra è Napoli, dove ho un sacco di amici”.

Le chiavi per indovinare che ci fosse lui dietro Lupo erano due, oltre alla pallina da tennis identificato da Costantino, una era il nome della moglie, Benedetta, ogni volta che si appellava ai giudici esordiva: “Benedetta giuria” e poi ancora “Il Lupo non dice mai cose sbagliate” perché lui è Max Giusti.

Adesso voglio togliermi questo costume e parlare con tutti, perché è un mese che sono qua dentro e non parlo con nessuno”.

Cantante Mascherato: chi è Farfalla?

La seconda classificata dell’ultima edizione del Cantante Mascherato è stata Farfalla. Per diverse settimane il nome più papabile e più volte riproposto dai giudici era quello di Anna Tatangelo.

Nonostante la cantante abbia più volte smentito, esibendosi anche durante la finale nel duetto con Pappagallo, i giudici non sono mai stati del tutto convinti. Il secondo nome che continuava a tornare era quello di Mietta, e alla fine è stato proprio così, dietro la maschera c’era proprio lei!

Cantante Mascherato: Mietta era Farfalla

Grazieee!” ha gridato Mietta dopo essersi tolta la maschera “Io mi sono divertita tantissimo, ma la cosa più importante era la tua faccia” ha detto a Francesco Facchinetti fino alla fine convinto che Farfalla fosse Anna Tatangelo.

Cantante Mascherato: Pappagallo vince

A vincere il Cantante Mascherato 2021 è quindi la maschera più dandy ed elegante della seconda stagione, Pappagallo.

Qui il testa a testa era quello tra Red Canzian e Christian De Sica, l’ago della bilancia a continuano a spostarsi tra l’uno e l’altro fino alla fine, ma gli indizi alla fine erano univoci e dietro la maschera, nonostante il tranello finale teso da Milly Carlucci ovvero il duetto proprio tra Red Canzian e Farfalla, c’era proprio lui Red Canzian.

Cantante Mascherato: Pappagallo è Red Canzian

Facchinetti sei salvo!” ha commentato Milly ridendo, “Voglio ringraziare tutti coloro che hanno preso parte all’organizzazione di questo concerto, perché in un momento come questo è stato bello più bello essere qui su questo palco che stare a casa ad aspettare che succeda qualcosa.

Ha riempito la mia vita per 5 settimane, divertendomi e cantando cose che non avrei mai cantato in vita mia”.

Questo programma piace molto anche ai bambin, il mio nipotino ha detto alla madre – Mamma ma dentro il Pappagallo c’è il nonno?” a Facchinetti ha detto : “Mi sentivo in colpa ogni volta” ad Insinna invece: “Flavio ti voglio come biografo ufficiale, sai più cose tu sulla mia vita che chiunque altro”.