anna e pasquale ce posta per te

Una storia che si è risolta in un baleno a C’è posta per te. Pasquale ha chiesto aiuto a Maria De Filippi per riconquistare Anna, che ha lasciato 2 volte dopo un tradimento e una situazione difficile per l’impossibilità di diventare genitori.

Pasquale, estremamente introverso, si gioca la carta di C’è posta per te per convincere Anna a riprovarci, ma lei è decisa e ferma sulle sue posizioni e in men che non si dica fa la scelta sulla busta, quasi scappando dallo studio.

Pasquale e Anna: il tradimento a C’è posta per te

Pasquale si rivolge a C’è posta per te dopo aver ricevuto la lettera di separazione dalla moglie Anna, dopo 18 anni insieme.

Pasquale le ha confessato di averla tradita e se ne è andato di casa, poi è tornato con lei e infine se ne è andato di nuovo.

Anna ora non ne vuole più sapere, perché convinta che Pasquale lo stia facendo perché la persona con cui l’ha tradita è tornata con il fidanzato. La storia però ha altri risvolti che la coppia svela nel corso di C’è posta per te.

Un amore lungo e difficile

Pasquale e Anna si conoscono da quando erano piccoli, lei aveva 13 anni. Innamorata perdutamente di lui, ha fatto carte false per farlo innamorare e infine ci riesce. Il matrimonio entra in crisi nel 2018, perché loro volevano diventare genitori ma non ci sono riusciti.

A Natale, Pasquale scopre che il motivo per cui Anna non rimane incinta è dovuto a lui.

Lui inizia quindi una relazione con una collega di lavoro. Anna lo perdona e lo convince a tornare a casa dopo che lui se ne era andato, ma poi Pasquale, infelice, decide di lasciarla di nuovo.

Il tradimento e il pentimento

Non sono mai stato bravo a dimostrarti quanto sei importante nella mia vita. Ho sbagliato a sottovalutarti“, dichiara Pasquale ad Anna nello studio di C’è posta per te, “Per me è indispensabile stare insieme a te.

Ti chiedo scusa con il cuore in mano, perché ti ho tradito. E tu eri lì a chiedermi di restare nonostante tutto il male che ti ho fatto. Ho capito che sono un uomo a metà, perché non sono riuscito a darti quello che volevamo, un figlio. Oggi ti dico che sono un uomo a metà perché non ho più te“.

Anna non sembra particolarmente impressionata da queste parole. “Il tradimento si può perdonare. Sono stata la prima, dopo che me l’ha detto volevo che lui tornasse a casa“, replica, “La vera realtà l’ho avuta quando se ne è andato la seconda volta. Non te ne vai all’una di notte di nuovo, all’improvviso non mi vieni a dire ‘Io non sono felice’.

Perché è una cosa che tu sentivi da parecchio. Da quando ci siamo sposati ci sono stati solo problemi, quindi la nostra vita si è appiattita molto. Io non mi sono mai preoccupata di me stessa, lo sto facendo ora“.

La decisione sulla busta di C’è posta per te

Anna è granitica. Come ha raccontato anche Pasquale, lei ha fatto del suo meglio per essere una buona compagna di vita, lo ha aiutato con la malattia della madre e poi a fare pace con il padre quando il loro rapporto si è deteriorato. “Ho fatto tanto, ora basta, devo pensare a me“, conclude la ragazza.

Io apprezzo molto quello che lui ha fatto, perché lo conosco meglio delle mie tasche e so che non l’avrebbe mai fatto. Ha avuto tanto coraggio, soprattutto raccontare la nostra storia“, continua Anna.

Pasquale si difende, spiegando che per lui il loro amore non meritava una bugia ma per lei il malessere del marito era dovuto all’infelicità, e ha colto l’occasione per scappare di casa. “Il nostro problema è stata la fretta. Troppo accelerare i tempi“, dichiara Anna riferendosi a quando è tornato la prima volta, rimproverandosi di aver forzato la situazione.

Il cambiamento di Anna

Anna spiega che qualcosa dentro di lei è cambiato.

Io gli voglio un gran bene, ma non riesco a dimenticare tante situazioni“, commenta.

Io che ci posso fare? Io ad oggi penso a lui, ma all’abitudine, a quando stavamo a casa. Io sono 3 mesi che dormo da sola e sto bene“, continua la ragazza. Di fronte alla decisione anche Maria De Filippi getta la spugna e chiude la busta. Anna esce di corsa dallo studio, provata ma sicura di sé.

Approfondisci:

Le storie di C’è posta per te

C’è posta per te, Gerry Scotti per Cristina e Patrizio: l’amore dalle difficoltà al riscatto

C’è posta per te: la storia di Giuseppe e Maria insegna come l’amore può vincere su ogni difficoltà