Michele Placido

Morto a 79 anni Vincenzo Placido, fratello di Michele Placido: secondo quanto emerso sul lutto che ha colpito la famiglia dell’attore e regista, il decesso sarebbe avvenuto nella sua abitazione in seguito a un malore improvviso. Vincenzo Placido aveva dedicato la sua vita alla politica, ex assessore comunale e impegnato in Forza Italia.

Morto Vincenzo Placido fratello di Michele Placido

La morte di Vincenzo Placido sarebbe avvenuta ieri, 28 febbraio, a seguito di un improvviso malore che non gli avrebbe dato scampo. Aveva 79 anni, fratello di Michele Placido, e aveva speso un importante capitolo della sua vita tra insegnamento e politica.

Il quotidiano La Nazione riporta il commento di Pietro Fazzi, ex sindaco di Lucca, città in cui Placido si era trasferito anni fa: “Sono profondamente dispiaciuto. Nonostante che non siano mancate le occasioni di scontro politico, ma anche di intesa, è stato l’unico dei dirigenti di FI a mantenere un rapporto umano e amichevole nei miei confronti“. 

Il Teatro Comunale Abbado, il direttore, i componenti del CdA e tutti i dipendenti sono profondamente addolorati per l’improvvisa scomparsa di Vincenzo Placido, fratello del nostro Presidente, e si uniscono al dolore della famiglia“: questo il messaggio di cordoglio del Teatro comunale di Ferrara, di cui Michele Placido è presidente, per la scomparsa improvvisa di Vincenzo Placido.

Chi era Vincenzo Placido, fratello dell’attore e regista Michele

Fratello maggiore di Michele Placido, Vincenzo Placido è nato a Lucera, in provincia di Foggia, ma da tempo viveva a Lucca. Ha lavorato come docente di Lettere e Filosofia nelle scuole superiori, e ha intrapreso un intenso percorso politico, prima nel Partito Socialista e poi in Forza Italia (di cui è stato coordinatore a livello provinciale).

Nella sua carriera effervescente anche il ruolo di assessore comunale, ma anche un’importante declinazione legata al mondo dei libri.

Scrittore, nel 2020 ha pubblicato Zvanì. Il fanciullino di casa Pascoli, saggio apprezzato dalla critica. Vincenzo Placido, riporta ancora La Nazione, lascia la moglie, Rosaria, e il figlio Beniamino.