claudio coccoluto morto dj

È arrivata in questi minuti la notizia della morte di Claudio Coccoluto. Il dj era molto noto sia in Italia che all’estero e aveva 58 anni. Il decesso di Coccoluto è avvenuto a Cassino, in provincia di Frosinone, dopo una lunga malattia.

È morto Claudio Coccoluto

Claudio Coccoluto, 58 anni, è morto questa mattina nella sua casa di Cassino. Era nato a Gaeta, in provincia di Latina, e ha cominciato a fare il DJ a 13 anni. All’inizio era solo un hobby, diventato poi una carriera che l’ha reso famoso. Alla fine degli anni settanta comincia a farsi conoscere attraverso la radio locale Radio Andromeda.

Il dj si è spento questa mattina, martedì 2 marzo, alle ore 4.30; accanto a lui c’erano la moglie Paola e i figli Gianmaria e Gaia.

Il ricordo di Giancarlo Battafarano

Questo, come spesso accade, diventa il momento del ricordo. Il socio e amico di Coccoluto, Giancarlo Battafarano, in arte Giancarlino, gli ha voluto rendere omaggio con un messaggio: “Se ne va il maestro più grande e l’amico di sempre. Ha dato cultura alla musica nei club come dj e artista fuori dal coro. Sempre pronto a metterci la faccia con i media sia per gli aspetti gioiosi sia per i problemi del nostro settore. Con lui se ne va una parte di me“, riporta Ansa.

Chi era Claudio Coccoluto

Coccoluto non era noto solo in Italia, come detto in precedenza, aveva conquistato anche la scena europea: è stato infatti il primo Dj europeo a suonare al Sound Factory Bar di New York. Il club che lo ha visto più spesso impegnato a fare musica è il Goa di Roma. Dal 1990 diventa anche produttore. La sua ultima pubblicazione risale a giugno 2008 con l’album imusicselection5 – Vynil Heart.

Coccoluto aveva anche provato a spianarsi la strada nella politica. Nel 2006 si era candidato anche alle elezioni politiche con La Rosa nel Pugno, senza però venire eletto.