samuele-bersani-instagram

Una vita vissuta sempre nel segno della musica, dell’emozionarsi e dell’emozionare il proprio pubblico con brani destinati a restare nella memoria. Samuele Bersani è ospite questa sera di Sanremo 2021 nella serata delle cover, duettando con Willie Peyote. Ripercorriamo insieme la sua vita e la sua carriera, dagli esordi ad oggi.

Samuele Bersani: il successo nella musica, dagli esordi a Giudizi universali

Samuele Bersani nasce a Rimini il 1 ottobre 1970 e passa tutta la sua infanzia e adolescenza a Cattolica. La sua passione per la musica gli viene trasmessa dal padre, flautista e maestro di musica.

Inizia la sua gavetta in concorsi musicali e, da giovanissimo, viene notato da Lucio Dalla che nel 1991 lo fa esibire in apertura ai suoi concerti. Il suo primo disco di successo è Freak, pubblicato nel 1994 e contenente Giudizi universali, uno dei suoi brani più celebri e tuttora ricordati ed amati.

Nel 2000 arriva la prestigiosissima partecipazione al Festival di Sanremo, nel corso del quale si piazza al quinto posto con il brano Replay e ottenendo il premio della critica “Mia Martini”. Ma non si tratta del solo: in tutta la sua carriera ha ricevuto numerosissimi riconoscimenti da parte del Club Tenco, tra cui la doppia Targa Tenco vinta nel 2004.

Samuele Bersani: il ritorno a Sanremo e il duetto con Willie Peyote

Nel 2012 torna a Sanremo con il brano Un pallone, vincendo il premio “Mia Martini”. Nel 2016 esce La fortuna che abbiamo (Live), un progetto live contenente i suoi successi in 25 anni di carriera. L’ultimo album è del 2020 è s’intitola Cinema Samuele: un lavoro arrivato dopo un difficile periodo segnato anche dalla dolorosa separazione dall’ex fidanzata.

Ma questa sera per il cantautore è tempo nuovamente di Festival. Nel corso della serata delle cover, Bersani duetta al fianco del giovane artista torinese Willie Peyote sulle note proprio di Giudizi universali, uno dei suoi più grandi successi.