Achille Lauro ultimo quadro

Achille Lauro ha voluto scioccare ancora una volta, con la sua ultima esibizione, sulle note di C’est la vie, il cantante ha voluto omaggiare la musica orchestrale, ma si è preso un momento finale, prima dell’ultima esibizione dove ha scioccato tutti i presenti.

Achille Lauro: rose nella pelle e sangue

La scena si è aperta con l’ètoile Giacomo Castellana che ha iniziato a danzare sulle note di C’est la vie. Successivamente è entrato il cantante che ha iniziato a cantare in modo tranquillo il suo cavallo di battaglia. Fin troppo tranquillo si sono detti i suoi fan e il pubblico da casa.

Infatti è stato proprio così, l’ultimo passaggio della sua esibizione ha visto Achille Lauro spogliarsi della camicia e mostrarsi a torso nudo con il petto insanguinato trafitto da una rosa.

Achille Lauro risponde alle critiche

In sottofondo le critiche: “Achille Lauro è un’artista di cui non comprerei mai dischi” e poi ancora “Achille Lauro fai schifo” “Achille Lauro l’artista che inneggia alla droga“e poi ancora: “Vergognoso, volgare, pagliaccio, scempio (…)”.

Nel mentre che queste parole venivano trasmesse con sotto la base musicale della canzone, quasi a voler rispondere, si sente “C’est la vie“. Così si conclude l’opera di Achille Lauro, tra comprensione e incompresione, concetti che vanno oltre l’umana conoscenza.

Un messaggio rivolto a tutti, “Con la stessa carne debole, la stessa rosa che trafigge il petto. (…) davanti al sipario della vita. (…) Dio benedica solo noi, esseri umani“.

Approfondisci: