nuovo piano vaccini in italia

Sul fronte della lotta al Coronavirus, sarebbe stata redatta la bozza per il nuovo piano vaccini in Italia. Un cambio di rotta era prevedibile e auspicato, soprattutto a causa dei ritardi dovuti alle case farmaceutiche, che stanno infatti costringendo a rivedere modelli e tempistiche di somministrazione. Così, ora sarebbe pronto un nuovo piano, che rivede le priorità di vaccinazione contro il Covid-19.

Nuovo piano vaccini: le priorità

L’Unione Europea e l’Italia sono in attesa della promessa “ondata” di vaccini, dopo un mese e mezzo di pesanti defezioni che stanno mettendo a rischio l’efficacia della campagna vaccinale contro il Covid-19.

Anche per questo, dal Governo e dalle istituzioni preposte è stata stilata una bozza per un nuovo piano vaccini. Secondo quanto riporta Ansa, una fonte che ha lavorato al dossier ha anticipato alcuni dei punti contenuti nella bozza e che, se approvata, cambierà il piano d’azione.

Nella nuova bozza la priorità sarà data ancora alla vaccinazione degli over 80, in corso d’opera ma anche in ritardo in molte Regioni. Poi, il vaccino andrà a docenti, forze dell’ordine e pazienti fragili. In alcune Regioni questo piano è già in corso e molti docenti hanno già ricevuto la propria dose.

Vaccino anche nelle aziende

Dopo le categorie sopra dette, si procederà quindi per fasce d’età in ordine decrescente. Un’altra novità all’orizzonte, riporta sempre Ansa citando la fonte interna, è che il nuovo piano vaccini preveda la possibilità per le aziende di richiedere dosi del vaccino da poter somministrare direttamente nelle proprie strutture.

Nelle ultime ore, inoltre, il Ministro per le disabilità Erika Stefani ha annunciato che verranno ribadite le raccomandazioni per inserire nelle categorie prioritarie anche le “persone con disabilità grave riconosciute ai sensi dell’art.

3 comma 3 della Legge 104“.

Approfondisci