Cronaca

Fabrizio Corona delirante e sporco di sangue su Instagram dopo la decisione del Tribunale di Sorveglianza: interviene la Polizia

Fabrizio Corona circondato e sedato dalla Polizia dopo il delirio social arrivato dopo la decisione del Tribunale di Sorveglianza sul suo ritorno in carcere
Fabrizio Corona torna in carcere, la brutale reazione su Instagram: Fabrizio Corona coperto di sangue, la furia contro i magistrati

Una reazione del tutto fuori controllo quella dell’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona che questa mattina sarebbe stato raggiunto dalla decisione del Tribunale di Sorveglianza di Milano che gli avrebbero revocato il differimento pena in detenzione domiciliare. Devastante la reazione di Corona che sui social si è immortalato immediatamente dopo aver compreso di dover dunque tornare in carcere: volto insanguinato e la minaccia di continuare a fare quello che sembra aver fatto, ferirsi un braccio.

Fabrizio Corona sporco di sangue e delirante: la reazione alla decisione del Tribunale di Sorveglianza

Durissimo attacco ai magistrati sulla decisione presa e poi il gesto, un taglio sul braccio immortalato dalla fotocamere del suo cellulare.

Macchie di sangue per terra, il volto sporco e le grida, le minacce di continuare a farsi presumibilmente del male per combattere quella che lui chiama “ingiustizia”. “Pronto a dare la mia vita in questo Paese ingiusto“, grida Fabrizio Corona nelle storie con il volto sporco di sangue.

Il pianto della madre e l’intervento della Polizia: prelevato da un’ambulanza

E a seguire, scorrendo quelle terribili storie di Instagram in cui sembra che a farla da padrone sia la sua reazione accompagnata al suo sangue, il pianto della madre da lui abbracciata e sul finale l’intervento sul luogo di un’ambulanza e degli agenti di Polizia.

Intercettato, Fabrizio Corona viene poi immortalato a terra con intorno gli agenti intenti a calmare e sedare la sua reazione. A chiamare l’ambulanza, come riportano le fonti, sarebbe stato l’avvocato di Fabrizio Corona, sconvolto dalla durissima reazione del suo assistito.

Potrebbe interessarti