Pierpaolo Sileri a Domenica In

Il Piemonte ha sospeso il vaccino AstraZeneca in via precauzionale. L’annuncio è arrivato nel primissimo pomeriggio di domenica 14 marzo, su decisione del commissario dell’area giuridico-amministrativa dell’Unità di crisi della Regione Piemonte, Antonio Rinaudo.

Secondo quanto si apprende, è già stata convocata la Commissione piemontese sulla farmaco-vigilanza per studiare il caso.

Il Piemonte sospende le vaccinazioni AstraZeneca

La decisione è stata presa, a quanto emerso da una nota interna dell’Asl Torino resa nota da La Stampa, a seguito della morte di un docente di Biella poche ore dopo la vaccinazione.

L’insegnante si è sottoposto alla vaccinazione nella giornata di sabato nell’hub di Ricetto di Candelo, provincia di Biella; al momento non sono stati riscontrati nessi di causa-efetto nella morte, occorrrerà attendere l’esito dei riscontri che sono già stati richiesti dalla magistratura.

Sospensione precauzionale

Al momento non è ancora stato reso noto il numero del lotto di riferimento e la decisione è stata presa solo ed esclusivamente a titolo precauzionale come ha spiegato a Repubblica l’assessore alla sanità della Regione Piemonte Luigi Genesio Icardi: “Si tratta di una atto di estrema pridenza in attesa di verificare se esista un nesso di casualità tra la vaccinazione e il decesso.

Ad oggi in Piemonte non era mai stata segnalata nessuna criticità particolare dopo la somministrazione dei vaccini“.

Aggiornamento – La Regione Piemonte ha deciso di sospendere le vaccinazioni per il solo lotto del vaccino AstraZeneca, il ABV5811. Si tratta del lotto da cui ha ricevuto la vaccinazione il docente Sandro Tognatti.

Il commento del vice-ministro Sileri

Raggiunto in diretta dalla notizie, Pierpaolo Sileri, vice-ministro della Salute, ha speso alcune parole in merito a tutta la vicenda che ruota intonro al vaccino AstraZeneca: “In alcuni paesi è stato sospeso proprio astra Zeneca in generale, dipenderà dalle forniture, dalle persone… in altri sono stati sospesi dei lotti , nel nostro un lotto.

Anche sequestrato perché è giusto dare una risposta alle famiglie che hanno vissuto questa terribile esperienza della perdita. La magistratura ha aperto un’inchiesta e si capirà cosa è accaduto a quel lotto dal momento del trasporto, conservazione e alla somministrazione“.

In Inghilterra sono state vaccinate 10milioni di persone e ci sono stati 220 decessi nel corso dei mesi, stando ai monitoraggi.

C’è sicuramente stato un nesso temporale ma non c’è stato un nesso di causa-effetto“.

“Se io faccio un milione di vaccini e seguo le persone dopo, aclune moriranno in un incidente o per qualche altra ragione.. se invece le infetto con il virus la maggior parte moriranno per il virus”.

Sileri: si al vaccino AstraZeneca

Sileri ha poi continuato il suo intervento ribadendo l’importanza alla vaccinazione: “È chiaro che dobbiamo aspettare e la magistratura é chiaro che dobbiamo dare risposte alle famiglie. (…) Ritengo che il vaccino sia sicuro ed efficace

La magistratura capirà se vi è un nesso causa effetto ma ad oggi questo messo non c’è“.

Ripeto, massima vicinanza alla famiglia, non c’è tragedia peggiore che perdere qualcuno così giovani. Ma, dai dati disponibili questo nesso ad oggi non c’è“.

Approfondisci: