Investe e uccide il fratello con l'auto a Mongrassano

Drammatica vicenda quella riportata dalla provincia cosentina, dove nella giornata di oggi un 45enne ha investito e ucciso il fratello, di un paio di anni più grande di lui. Il tutto è accaduto in pieno centro paese, nei pressi del municipio e di fronte a dei passanti. Alla base, ci sarebbero liti e dissapori che riguardano anche la figlia di uno dei due. L’uomo, catturato, avrebbe ammesso tutto.

Investe il fratello con l’auto a Mongrassano

Il teatro di questo macabro fratricidio è Mongrassano, paese in provincia di Cosenza dove molti, stando a quando riportano le fonti, sono sconvolti ma qualcuno sapevano che qualcosa sarebbe potuto succedere, tra i due.

La vicenda inizia con una terribile lite tra Giuseppe Marino, 45enne, e il fratello Pasquale, di 47 anni. Tra i due sembra non scorresse buon sangue e che fossero soliti a discutere molto animatamente: il motivo delle liti, riportano fonti locali, sembra sia stata una relazione amorosa della figlia 22enne di Giuseppe Marino.

L’escalation è arrivata quando l’uomo, pastore o allevatore di bestiame di professione, ha investito il fratello 47enne con l’auto. A bordo della sua Bmw, non si sarebbe solo limitato a travolgere il fratello, ma gli sarebbe passato sopra con l’auto numerose volte.

Fratricidio a Cosenza: il 45enne avrebbe ammesso tutto

La scena è stata vista anche da alcuni passanti, che hanno quindi allertato le forze dell’ordine. Per Pasquale Marino non ci sarebbe stato nulla da fare e sarebbe morto sul colpo, dopo essere stato investito. A quel punto i Carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano si sono messi sulle tracce del 45enne fratricida. Viene riferito che l’uomo sarebbe stato fermato non molto tempo dopo, vicino al tribunale di Cosenza, dove Marino si sarebbe recato con, pare, l’intenzione di costituirsi.

Ai militari, l’uomo avrebbe confessato e ammesso di aver investito il fratello ed è stato così arrestato con l’accusa di omicidio volontario aggravato.

Sono in corso accertamenti e indagini per far luce sulla vicenda: le cronache locali riportano che negli ultimi giorni le lite erano cresciute a tal punto che sarebbero stati sparati anche dei colpi di arma da fuoco. Atteso ora l’interrogatorio del 45enne, che potrà chiarire molti aspetti di quella che, anche ora, ha tutti i contorni di una tragica storia di violenza familiare.