giuliana de sio caso ares

Anche Giuliana De Sio sarà ascoltata nell’ambito dell’inchiesta sul caso Ares condotta dal Pm Carlo Villani e che sta indagando su una possibile istigazione al suicidio ai danni di Teodosio Losito, socio di Ares film suicidatosi a inizio 2019, poco prima dell’ufficiale fallimento della società. A far esplodere il caso Ares è stata una conversazione avvenuta tra Rosalinda Cannavò (quando era ancora conosciuta solo come Adua del Vesco) e Massimiliano Morra, all’interno della Casa del Grande Fratello. Da quel momento in avanti diversi vip hanno rilasciato testimonianze sul caso, da Barbara d’Urso a Manuela Arcuri, e diversi di loro sono stati ascoltati in contesto d’indagine.

Ciò che il Pm Carlo Villani vuole capire adesso è se, all’interno del contesto della Ares film, esisteva effettivamente quel clima di leggi non scritte a cui gli attori ed i collaboratori dovevano sottostare. Morra e la Cannavò aveva infatti parlato, all’interno del Grande Fratello, di un clima da setta, in cui le persone che entravano a far parte della “famiglia” di Ares capitanata da Losito ed Alberto Tarallo dovevano cancellare parte delle loro relazioni, cambiare nome ed attenersi a rigide regole di comportamento.

Caso Ares: come mai è fallita la società di produzione?

Al contempo si sta cercando di capire quale fosse il rapporto societario  tra Losito ed Alberto Tarallo, cercando poi di capire cosa effettivamente avrebbe portato al fallimento della società nel 2020. Nella lettera ormai nota e che sarebbe stata scritta da Losito poco prima di uccidersi, l’imprenditore e sceneggiatore si assumeva enormi responsabilità economiche e societarie, dando ad intendere di essere responsabile di ciò che stava accadendo alla Ares. Mentre si attende di capire se sulla lettera verrà disposta una perizia grafologica, le indagini continuano e si spera che i nuovi colloqui, tra cui quello con Giuliana De Sio, portino a novità fondamentali.

Approfondisci:

Caso Ares: Manuela Arcuri parla di Alberto Tarallo