Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi è stato dimesso dal San Raffaele di Milano, dove era ricoverato da diversi giorni. Il leader di Forza Italia era ricoverato a causa di problematiche di salute rese note nella mattinata di mercoledì 24 marzo.

Silvio Berlusconi dimesso dal San Raffaele

Berlusconi ha lasciato l’ospedale nel pomeriggio di mercoledì. Il motivo del ricovero sarebbe da ricondurre ad una serie di controlli di routine oltre alla terapia post-covid che il leader di Forza Italia sta seguendo dopo la guarigione. La conferma delle dimissioni è arrivata da fonti interne a Forza Italia, le quali hanno

Berlusconi era arrivato al San Raffaele lunedì mattina e da allora è stato ricoverato.

Il ricovero di Silvio Berlusconi

L’annuncio del ricovero è stato dato dal legale di Berlusconi, Federico Cecconi, in aula per l’inizio del maxi-processo Ruby Ter. L’avvocato ha esordito usando parole molto caute in merito alle condizioni di Berlusconi, spiegando che si trattava di probelmatiche di salute e che il suo assistito era ricoverato da lunedì. Inoltre, Cecconi non ha voluto sbilanciarsi sulle sue condizioni parlando di un ricovero che sarebbe potuto durare anche alcuni giorni.

Nonostante l’assenza di Berlusconi, il processo è andato comunque avanti.

I ricoveri di Silvio Berlusconi

Questo non è il primo ricovero per Silvio Berlusconi, il quale nell’ultimo anno ha riscontrato più di un problema di salute. Tra questi c’è anche il Covid-19, contratto sul finire dell’estate scorsa; il cavaliere era stato ricoverato lo scorso 3 settembre a causa di una polmonite bilaterale e poi dimesso 11 giorni dopo.

Lo scorso gennaio invece, Berlusconi era stato ricoverato per un problema cardiaco. Il leader di Forza Italia si trovava a Monaco presso il centro cardio toracico del Prncipato, ed era stato seguito dal dottor Zangrillo.

Lo scorso febbraio, un altro ricovero a seguito di una caduta.

Approfondisci: